HomeAttualitàTanta partecipazione per l'evento benefico a Groppovisdomo dedicato a Don Giuseppe Borea

Tanta partecipazione per l’evento benefico a Groppovisdomo dedicato a Don Giuseppe Borea

Chiesa gremita di fedeli a Groppovisdomo per l’iniziativa benefica in nome di Don Giuseppe Borea e finalizzata ad una raccolta fondi per la Pubblica assistenza Valvezzeno. Un evento unico, che ha unito tre comunità parrocchiali, Obolo, Montechino, Grppovisdomo, e che ha avuto il patrocinio del Comune di Gropparello.

“Aiutiamo il nostro prossimo” il titolo e filo conduttore dell’iniziativa, nel segno e nell’esempio di un sacerdote indimenticato, ucciso dai nazi-fascisti il 9 febbraio 1945 a soli 34 anni.

La giornata, infatti, é iniziata con l’introduzione del nipote, Giuseppe Borea; un intervento incentrato sulla “generosità” di don Giuseppe, in tema con lo spirito della raccolta fondi. Borea ha citato la testimonianza della parrocchiana Natalina Zanazzi, classe 1925, che conobbe don Giuseppe quando era una ragazzina. Di famiglia molto povera, spesso si recava dal sacerdote che condivideva con lei il suo misero pasto.Un ricordo toccante, una testimonianza che é pubblicata in modo integrale sul libro “Giuseppe Borea. Quando L’ amore e’ più’ forte dell’ odio.”

Tra i presenti, Gloria Sartori in rappresentanza del Sindaco di Gropparello, Gianpaolo Chinosi nipote di don Giuseppe Borea, che vive negli Stati Uniti, Monica Angiolini, organizzatrice dell’ evento coadiuvata dalle associazioni locali e dagli infaticabili Giuseppe e Leonardo Solari., Angela Sala una parrocchiana che aveva ricevuto la prima comunione da don Borea e che, nonostante l’età, non ha voluto mancare all’ evento.
Applauditissimo il coro CAI di Piacenza, che alla fine dell’esibizione è’ stato omaggiato della corona del Rosario benedetta da Papa Francesco in occasione della consegna del libro di don Borea, avvenuta il 12 aprile scorso in Piazza San Pietro. Presente anche il presidente del coro CAI di Piacenza Lucio Calderone, marito di Gianna Marchesini e papà’ di Barbara, coordinatrice del coro di Obolo.

ARTICOLI CONSIGLIATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli Recenti

Ultimi Commenti