HomeAttualitàRigoletto di Giuseppe Verdi inaugura la stagione d'Opera del Teatro Municipale

Rigoletto di Giuseppe Verdi inaugura la stagione d’Opera del Teatro Municipale

Il Teatro Municipale di Piacenza inaugura la Stagione d’Opera 22/23 con il nuovo allestimento di Rigoletto di Giuseppe Verdi, in scena venerdì 16 dicembre alle ore 20 e domenica 18 dicembre alle ore 15.30.  A precedere la “prima”, una serie di iniziative rivolte ai giovani, tra cui #Rigoletto18, la speciale anteprima che il Comune di Piacenza e la Fondazione Teatri di Piacenza, con il contributo di Iren, riservano ai diciottenni, in calendario mercoledì 14 dicembre alle 19.30.

Sarà il primo dei tre titoli verdiani in programma nell’arco della Stagione del Municipale, per celebrare nel 2023 i 210 anni della nascita del Maestro.

Rigoletto è affidato a un metteur en scène d’eccezione, Leo Nucci, interprete di riferimento del ruolo nel corso della sua straordinaria carriera, che torna a confrontarsi con quest’opera da regista: “Dopo averlo cantato sulla scena 550 volte in recite ufficiali più 89 generali pubbliche, di cui la quattrocentesima proprio qui a Piacenza – ricorda il celebre baritono – questa volta provo a raccontarlo come se fossi davanti allo specchio, a me stesso”.

Salirà sul podio il maestro Francesco Ivan Ciampa, regolarmente invitato a dirigere nei maggiori teatri, alla guida dell’Orchestra Filarmonica Italiana e del Coro del Teatro Municipale di Piacenza, preparato da Corrado Casati.

Nel ruolo del titolo Amartuvshin Enkhbat, già molto apprezzato in importanti teatri e al Municipale di Piacenza in Tosca nel 2019, che si è distinto per la bellezza del timbro e l’accuratezza del fraseggio ed è stato definito baritono con voce d’altri tempi.  Ad affiancarlo sarà la Gilda interpretata da Federica Guida, giovane soprano in ascesa già protagonista alla Wiener Staatsoper, al Teatro alla Scala e al Teatro Massimo di Palermo, insieme al Duca di Mantova di Marco Ciaponi, tenore affermato a livello internazionale, già applaudito a Piacenza, dove giovanissimo ha preso parte al progetto Opera Laboratorio con Leo Nucci ed è stato vincitore del Concorso “Flaviano Labò”.

Nel cast, che comprende anche un nutrito gruppo di artisti piacentini, Mattia Denti (Sparafucile), Rossana Rinaldi (Maddalena), Elena Borin (Giovanna), Christian Barone (Il conte di Monterone), Stefano Marchisio (Marullo), Andrea Galli (Matteo Borsa), Juliusz Loranzi (Il Conte di Ceprano), Emanuela Sgarlata (La contessa di Ceprano), Agnes Sipos (un paggio) e Lorenzo Sivelli (un usciere).

Fa ritorno al Municipale l’affiatato team creativo formato dal regista collaboratore Salvo Piro, dallo scenografo Carlo Centolavigna, da Artemio Cabassi per i costumi e dalle luci di Michele Cremona.

Da sottolineare, inoltre, che la produzione di Rigoletto è attenta agli obiettivi per lo sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030, grazie anche al grande lavoro della squadra tecnica del Teatro Municipale di Piacenza che ha dato nuova vita a scenografie e attrezzeria, in un’ottica di riutilizzo dei materiali scenici.

L’opera è realizzata in coproduzione da Fondazione Teatri di Piacenza e Fondazione Teatro Comunale di Ferrara.

La recita di domenica 18 dicembre, ore 15.30, verrà trasmessa in diretta sul canale Youtube di Opera Streaming, il progetto promosso da Regione Emilia-Romagna in collaborazione con Edunova – Università di Modena e Reggio Emilia.

Mirella Molinari
Mirella Molinarihttps://www.piacenzadiario.it
Mirella Molinari è una giornalista piacentina. Per 15 anni Direttore del Telegiornale di Teleducato Piacenza, è stata la prima donna a Piacenza alla guida di una redazione televisiva e una delle prime telereporter piacentine in grado di realizzare riprese e montaggi video. E proprio nel panorama della tv piacentina ha portato uno stile del tutto nuovo, più spontaneo e vero. E’ sua l’idea di un format di successo, come “Per la strada”: storie di vita vissuta, interviste girate tra le gente, nei bar all’aperto e nei luoghi simbolo della città. Come Direttore del Tg ha coordinato e condotto, oltre a due edizioni di news quotidiane, dirette elettorali, confronti politici, programmi di approfondimento e attualità come “Diario” e “Piacenza Europa”, di cui ha firmato centinaia di puntate. Responsabile anche del sito di Teleducato Piacenza fino al 2014, dal 2015 gestisce e coordina, insieme alla figlia, Laura Parmeggiani, il blog Piacenza Diario. Anche in questo caso, un primo esempio di approfondimento più vicino ai temi della gente, con lo scopo di raccontare storie vere e di raccogliere opinioni e commenti lontani da stereotipi omologati. Laureata in lettere e diplomata in pianoforte , Mirella Molinari è anche insegnante di musica e, sempre per la tv, ha curato programmi di divulgazione culturale/musicale. Tra i più apprezzati: “Scena e retroscena”, dedicato alla stagione lirica piacentina, con interviste, anticipazioni ed esclusivi “dietro le quinte” , ma anche le dirette delle prime del Municipale di Piacenza. Tra le tante, memorabile la 400esima recita di Rigoletto per Leo Nucci, condotta in diretta e in esclusiva da Mirella Molinari, nel 2008, per Teleducato. Ha curato documentari storici tra cui quello dedicato alla congiura farnesiana, in collaborazione con la Banca di Piacenza, “Margherita d’Austria, Duchessa dimenticata” e, ancora per la Banca di Piacenza, due documentari dedicati a restauri in San Sisto e presso la Collegiata di Cortemaggiore. Convinta della necessità di dare spazio ai giovani, ha ospitato in redazione decine di ragazzi, per una prima esperienza giornalistica. Ha coordinato e firmato il primo Tg realizzato da studenti, con il progetto triennale di videogiornalismo scolastico, in collaborazione con il Liceo Artistico Cassinari di Piacenza.
ARTICOLI CONSIGLIATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli Recenti

Ultimi Commenti