HomeAttualitàDEA Concerto lirico nel Castello di Vigolzone. A ottobre il Concorso San...

DEA Concerto lirico nel Castello di Vigolzone. A ottobre il Concorso San Colombano 7° edizione

E’ amplificata e irradia la sua energia in modo costante, la portata del Concorso Internazionale San Colombano proposto e curato da DEA Donne e Arte con la direzione artistica del soprano piacentino Giovanna Beretta, presidente dell’associazione.

Accanto al Concorso, settima edizione, che si svolgerà dal 17 al 20 ottobre 2024, a Palazzo Farnese, anche un’interessante rassegna musicale con diversi concerti: una vetrina riservata ai partecipanti che si sono distinti nell’ambito dell’ultima edizione del  Concorso, nello spirito dell’iniziativa, ovvero dare un’opportunità concreta di lavoro e affermazione a giovani artisti talentuosi.

Il 12 Maggio scorso, al Museo Ruggero Leoncavallo di Brissago (Svizzera) si sono esibiti Mariia Kozlova Soprano e Gianmarco Durante Baritono accompagnati al pianoforte da Francesco Barbagelata.

E il programma prosegue con altri tre appuntamenti, tra luglio e settembre:

 Sabato 13 luglio 2024, ore 21 Castello Landi di Vigolzone (Piacenza)

Luisa Bertoli soprano

LiTai Zhuo     tenore

Marie Pons mezzo soprano

Claudio Cirelli al pianoforte

 Venerdi 13 settembre 2024- Orchesterprobenraum, Hochschule für Musik und Darstellende Kunst

Urbanstraße 25, 70182 Stuttgart

Valentina di Blasio soprano

Piersilvio De Santis basso

Eufemia Manfredi    al pianoforte

Venerdi 20 settembre 2024, ore 21 Teatro Serra di Villa Raggio, Pontenure (Piacenza)

Concerto dei cantanti vincitori del Concorso San Colombano 2023, sezione musica sacra, con accompagnamento del pianoforte. Durante il concerto verrà eseguita anche l’aria sacra del compositore vincitore del Concorso San Colombano 2023.

IL CONCERTO NEL CASTELLO DI VIGOLZONE Una seconda volta molto attesa, dopo l’esordio dello scorso anno, quella dell’appuntamento al Castello Landi di Vigolzone. Un concerto apprezzato per il livello artistico degli esecutori e per la scelta del programma, a cura di Giovanna Beretta, ma reso sicuramente ancora più interessante dalla location esclusiva. Un castello conservato in modo esemplare, ricco di arte e cultura, testimonianza ancora viva della storia di una famiglia, intrecciata a quella del territorio.

Il proprietario, il Marchese Manfredi Landi di Chiavenna, insieme alla moglie Elke Elisabeth, apriranno di nuovo la loro prestigiosa dimora al pubblico e alla buona musica, sabato 13 luglio,  per una serata/concerto che anche quest’anno si annuncia imperdibile. Nel panorama culturale dell’estate piacentina, sicuramente  una delle proposte migliori, occasione per svelare un luogo raramente utilizzato per manifestazioni pubbliche e per ascoltare pagine celebri del repertorio operistico. L’evento anche quest’anno è stato organizzato da DEA Donne e Arte in collaborazione con il Comune di Vigolzone.

IL CONCORSO INTERNAZIONALE SAN COLOMBANO

Location prestigiose confermate anche per il 7° Concorso Internazionale San Colombano che si svolgerà dal 17 al 20 ottobre 2024 a Piacenza nella Cappella ducale di Palazzo Farnese e presso il Duomo. Il Concorso, organizzato in collaborazione con il comune di Piacenza, si articolerà in 3 sezioni: lirica, musica sacra, compositori di musica sacra contemporanea, quest’ultima realizzata online.

Le audizioni dei cantanti lirici si svolgeranno dal 17 al 20 ottobre nella cappella ducale di Palazzo Farnese. Nello stesso luogo, sabato 19 Ottobre alle 21, andrà in scena il concerto dei finalisti della sezione lirica con accompagnamento al pianoforte. Il concerto sarà trasmesso in streaming sui canali social del concorso.

Il giorno successivo, domenica 20 ottobre, sempre alle 21, il Duomo di Piacenza ospiterà il concerto dei finalisti della sezione musica sacra, con accompagnamento all’organo.

Anche in questo caso una serata  divulgata e condivisa  in streaming attraverso i canali del concorso. A margine del concerto in Cattedrale, verrà annunciato e premiato l’artista vincitore della sezione composizione la cui aria sacra verrà eseguita durante la rassegna musicale San Colombano 2025.

LE COMMISSIONI DEL CONCORSO

Nomi prestigiosi per le commissioni del Concorso San Colombano, a garanzia della serietà della manifestazione e del valore, in termini artistici, per chi ne prenderà parte.

Presidente della giuria, sezione lirica, il baritono Roberto Sèrvile. Con lui:

Giovanna Beretta – Soprano, direttore artistico del Concorso San Colombano

Roberto Codazzi – Direttore artistico musicale del Museo del Violino di Cremona

Cesare Ghilardelli – Istituto Italiano di Cultura di Stoccarda

Camillo Mozzoni – Direttore d’orchestra, docente del Conservatorio Nicolini di Piacenza

Tommaso Maria Maggiolini, direttore artistico Fondazione Ruggero Leoncavallo (Brissago, Svizzera)

Per la sezione di musica sacra, il Presidente di giuria resta in via di definizione, mentre certi sono i componenti:

Giovanna Beretta – Soprano, direttore artistico del Concorso San Colombano

Roberto Codazzi – Direttore artistico musicale del Museo del Violino di Cremona

Cesare Ghilardelli – Istituto Italiano di Cultura di Stoccarda

Camillo Mozzoni – Direttore d’orchestra, docente del Conservatorio Nicolini di Piacenza

Infine la sezione composizione, con Presidente di giuria il M° Carlo Forlivesi, compositore e docente Conservatorio  Rossini di Pesaro. Al suo fianco anche:

Roberta Vacca– compositrice, docente del Conservatorio Casella di Aquila.

Roberto Codazzi – direttore artistico musicale del Museo del Violino di Cremona

Camillo Mozzoni – Direttore d’orchestra, docente del Conservatorio Nicolini di Piacenza

Caterina Calderoni- compositrice, docente del Conservatorio Verdi di Milano

In questo caso il Concorso prevede un Premio per la miglior composizione di un’aria contemporanea originale su testo sacro e l’esecuzione della composizione in concerto nell’ambito della rassegna musicale San Colombano 2025.

 

Mirella Molinari
Mirella Molinarihttps://www.piacenzadiario.it
Mirella Molinari è una giornalista piacentina. Per 15 anni Direttore del Telegiornale di Teleducato Piacenza, è stata la prima donna a Piacenza alla guida di una redazione televisiva e una delle prime telereporter piacentine in grado di realizzare riprese e montaggi video. E proprio nel panorama della tv piacentina ha portato uno stile del tutto nuovo, più spontaneo e vero. E’ sua l’idea di un format di successo, come “Per la strada”: storie di vita vissuta, interviste girate tra le gente, nei bar all’aperto e nei luoghi simbolo della città. Come Direttore del Tg ha coordinato e condotto, oltre a due edizioni di news quotidiane, dirette elettorali, confronti politici, programmi di approfondimento e attualità come “Diario” e “Piacenza Europa”, di cui ha firmato centinaia di puntate. Responsabile anche del sito di Teleducato Piacenza fino al 2014, dal 2015 gestisce e coordina, insieme alla figlia, Laura Parmeggiani, il blog Piacenza Diario. Anche in questo caso, un primo esempio di approfondimento più vicino ai temi della gente, con lo scopo di raccontare storie vere e di raccogliere opinioni e commenti lontani da stereotipi omologati. Laureata in lettere e diplomata in pianoforte , Mirella Molinari è anche insegnante di musica e, sempre per la tv, ha curato programmi di divulgazione culturale/musicale. Tra i più apprezzati: “Scena e retroscena”, dedicato alla stagione lirica piacentina, con interviste, anticipazioni ed esclusivi “dietro le quinte” , ma anche le dirette delle prime del Municipale di Piacenza. Tra le tante, memorabile la 400esima recita di Rigoletto per Leo Nucci, condotta in diretta e in esclusiva da Mirella Molinari, nel 2008, per Teleducato. Ha curato documentari storici tra cui quello dedicato alla congiura farnesiana, in collaborazione con la Banca di Piacenza, “Margherita d’Austria, Duchessa dimenticata” e, ancora per la Banca di Piacenza, due documentari dedicati a restauri in San Sisto e presso la Collegiata di Cortemaggiore. Convinta della necessità di dare spazio ai giovani, ha ospitato in redazione decine di ragazzi, per una prima esperienza giornalistica. Ha coordinato e firmato il primo Tg realizzato da studenti, con il progetto triennale di videogiornalismo scolastico, in collaborazione con il Liceo Artistico Cassinari di Piacenza.
ARTICOLI CONSIGLIATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

spot_img

Articoli Recenti

Ultimi Commenti