HomeAttualità"Bianco Silenzio" lo spettacolo sulla sicurezza del lavoro di Manicomics Teatro

“Bianco Silenzio” lo spettacolo sulla sicurezza del lavoro di Manicomics Teatro

Parla di sicurezza del lavoro lo spettacolo realizzato ed offerto gratuitamente in tutte le repliche grazie al contributo di CGIL Piacenza  – CISL Piacenza  – UIL Piacenza  – CNA Piacenza – Confindustria Piacenza – Confapi Pacenza e con il patrocinio della Prefettura di Piacenza, con il sostegno della Fondazione di Piacenza e Vigevano,  di Emilia Informatica.

Spettacoli matinée per Scuole SECONDARIE di II GRADO

dal 23 al 27 gennaio ore 10.00 – spettacolo in serale aperto al pubblico

28 gennaio ore 21:00-SEZIONE CLOWN SOCIALE

di Francesco Barbieri e Mauro Mozzani
con Mauro Mozzani e Gian Carlo Boselli – arrangiamenti Gian Carlo Boselli  – scenografia Coccodrilli a Manovella – costumi e design: Sergio Anelli – tecnica Agostino Bossi, Graziano Marafante – realizzazione costumi Sandra Carta

Ogni mattina, in Italia, quattro persone si svegliano, si alzano, si lavano, si vestono , se hanno tempo fanno colazione, qualcuno si lava i denti e qualcun altro no, si infilano le scarpe, salutano la mamma, il marito, la fidanzata, i figli,….se non hanno nessuno chiudono a chiave la porta e lasciano la radio accesa che con i ladri non si sa mai. Ogni mattina quattro persone salgono sul bus, in macchina, in motorino, sul tram, in bicicletta, … ogni mattina,… quattro persone raggiungono il posto di lavoro… a volte no, e… muoiono.

“Bianco Silenzio” e una clowneria-monologo dove la storia di Camillo, 50 anni, volto bonario da clown si intreccia con le storie di Tarcisio, Rashid e Gavino, tre lavoratori vittime di incidenti sul lavoro. Camillo, sul finire dello spettacolo, morirà per un banale incidente di lavoro e questo lo sa perché lui e un clown, viene da un altro mondo ed e continuamente in bilico fra il nostro e quel mondo. Camillo avrà così una bella occasione: oltre a cercare di fare il suo spettacolo come mai prima potrà sfruttare il palco per ripercorrere, per tornare indietro, per capire, cosa avrebbe potuto fare, o dire, per evitare l’incidente e magari aiutare qualcun altro per evitarne in futuro.

“Bisogna farsi forza”, mormora fra sé Camillo, ” forza, che stasera non sei solo.” Solo oggi già persone sono morte sul lavoro. “Bianco Silenzio e stato scritto per suscitare interesse ed emozioni, per lasciare nel cuore e nell’anima di tutti quelli che potremo raggiungere una sensibilità maggiore nei confronti di un tema così importante e delicato come quello della sicurezza sul lavoro. Per promuovere un lavoro chiaro, sicuro, regolare, perché e il lavoro che vogliamo come diritto inalienabile ed esigibile per tutte le donne e tutti gli uomini.” (F.Tribi – Assessore al Lavoro della

Provincia di Piacenza) Bianco Silenzio e stato pensato per essere rappresentato non solo nei teatri, ma anche nelle scuole, nei luoghi di lavoro e di aggregazione

https://www.manicomics.it/spettacolo-singolo/bianco-silenzio/

 

Mirella Molinari
Mirella Molinarihttps://www.piacenzadiario.it
Mirella Molinari è una giornalista piacentina. Per 15 anni Direttore del Telegiornale di Teleducato Piacenza, è stata la prima donna a Piacenza alla guida di una redazione televisiva e una delle prime telereporter piacentine in grado di realizzare riprese e montaggi video. E proprio nel panorama della tv piacentina ha portato uno stile del tutto nuovo, più spontaneo e vero. E’ sua l’idea di un format di successo, come “Per la strada”: storie di vita vissuta, interviste girate tra le gente, nei bar all’aperto e nei luoghi simbolo della città. Come Direttore del Tg ha coordinato e condotto, oltre a due edizioni di news quotidiane, dirette elettorali, confronti politici, programmi di approfondimento e attualità come “Diario” e “Piacenza Europa”, di cui ha firmato centinaia di puntate. Responsabile anche del sito di Teleducato Piacenza fino al 2014, dal 2015 gestisce e coordina, insieme alla figlia, Laura Parmeggiani, il blog Piacenza Diario. Anche in questo caso, un primo esempio di approfondimento più vicino ai temi della gente, con lo scopo di raccontare storie vere e di raccogliere opinioni e commenti lontani da stereotipi omologati. Laureata in lettere e diplomata in pianoforte , Mirella Molinari è anche insegnante di musica e, sempre per la tv, ha curato programmi di divulgazione culturale/musicale. Tra i più apprezzati: “Scena e retroscena”, dedicato alla stagione lirica piacentina, con interviste, anticipazioni ed esclusivi “dietro le quinte” , ma anche le dirette delle prime del Municipale di Piacenza. Tra le tante, memorabile la 400esima recita di Rigoletto per Leo Nucci, condotta in diretta e in esclusiva da Mirella Molinari, nel 2008, per Teleducato. Ha curato documentari storici tra cui quello dedicato alla congiura farnesiana, in collaborazione con la Banca di Piacenza, “Margherita d’Austria, Duchessa dimenticata” e, ancora per la Banca di Piacenza, due documentari dedicati a restauri in San Sisto e presso la Collegiata di Cortemaggiore. Convinta della necessità di dare spazio ai giovani, ha ospitato in redazione decine di ragazzi, per una prima esperienza giornalistica. Ha coordinato e firmato il primo Tg realizzato da studenti, con il progetto triennale di videogiornalismo scolastico, in collaborazione con il Liceo Artistico Cassinari di Piacenza.
ARTICOLI CONSIGLIATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli Recenti

Ultimi Commenti