HomeAttualitàTony Capuozzo al PalabancaEventi presenta il suo libro “Nessuno più canta...

Tony Capuozzo al PalabancaEventi presenta il suo libro “Nessuno più canta per strada”

Mercoledì 29 novembre alle 18, al PalabancaEventi di via Mazzini (Sala Corrado Sforza Fogliani), sarà presentato il volume “Nessuno più canta per strada” (Edizioni Biblioteca dell’Immagine) di Tony Capuozzo. Il libro sarà illustrato dall’autore – giornalista, scrittore, vicedirettore del TG5 ed editorialista de Il Foglio – in dialogo con Antonino Coppolino, presidente dell’Associazione dei Liberali Piacentini.

La pubblicazione contiene una raccolta di articoli che raccontano gli anni Ottanta, definiti da Capuozzo una prateria, anni tumultuosi come uno spaghetti western. «In quella prateria – scrive l’autore nella prefazione – ho vagabondato come un predicatore che non ha morali da spacciare, ma solo curiosità sue da soddisfare. Gli anni di piombo erano – quasi – passati, e non c’erano più bandiere da sventolare. Tornavo da viaggi lontani, e cercavo di guardare al mio stesso paese come un estraneo.”

“Qualche volta-prosegue Capuozzo- i direttori pensavano ai miei viaggi come a un vizio, o a un premio, e imponevano quelle vicende paesane come un dazio da pagare, o una penitenza. No, a me piacevano, ed era una sfida raccontare quei luoghi dove sembrava non succedesse mai nulla, e una sfida più grande raccontare come un portento qualcosa che invece era sotto agli occhi di tutti, l’esotismo sotto casa. L’ho fatto con metodo, regolarmente, dedicandovi molto tempo, con lentezza.

Non era sempre una scrittura nobile: ero un carrozzone da frontiera, barbiere e chirurgo insieme, racconti e fotografie per guadagnarmi i soldi per vivere. Ho scritto guide turistiche e pezzi non firmati per i fascicoli di TuttoCittà, quando i telefoni erano ancora dei monumenti casalinghi e le guide erano il censimento del mondo. Ho revisionato testi scolastici di geografia, e scritto per piccole testate ormai scomparse senza lasciare traccia di sé. Però ho provato a raccontarli, quegli anni in cui la televisione cambiava il paese e non aveva ancora cambiate me».

Agli intervenuti, con precedenza ai soci prenotati ed ai clienti prenotati, sarà riservata copia del volume.

La partecipazione è libera con prenotazione (prenotazionieventi@bancadipiacenza.it; 0523 542441).

 

Mirella Molinari
Mirella Molinarihttps://www.piacenzadiario.it
Mirella Molinari è una giornalista piacentina. Per 15 anni Direttore del Telegiornale di Teleducato Piacenza, è stata la prima donna a Piacenza alla guida di una redazione televisiva e una delle prime telereporter piacentine in grado di realizzare riprese e montaggi video. E proprio nel panorama della tv piacentina ha portato uno stile del tutto nuovo, più spontaneo e vero. E’ sua l’idea di un format di successo, come “Per la strada”: storie di vita vissuta, interviste girate tra le gente, nei bar all’aperto e nei luoghi simbolo della città. Come Direttore del Tg ha coordinato e condotto, oltre a due edizioni di news quotidiane, dirette elettorali, confronti politici, programmi di approfondimento e attualità come “Diario” e “Piacenza Europa”, di cui ha firmato centinaia di puntate. Responsabile anche del sito di Teleducato Piacenza fino al 2014, dal 2015 gestisce e coordina, insieme alla figlia, Laura Parmeggiani, il blog Piacenza Diario. Anche in questo caso, un primo esempio di approfondimento più vicino ai temi della gente, con lo scopo di raccontare storie vere e di raccogliere opinioni e commenti lontani da stereotipi omologati. Laureata in lettere e diplomata in pianoforte , Mirella Molinari è anche insegnante di musica e, sempre per la tv, ha curato programmi di divulgazione culturale/musicale. Tra i più apprezzati: “Scena e retroscena”, dedicato alla stagione lirica piacentina, con interviste, anticipazioni ed esclusivi “dietro le quinte” , ma anche le dirette delle prime del Municipale di Piacenza. Tra le tante, memorabile la 400esima recita di Rigoletto per Leo Nucci, condotta in diretta e in esclusiva da Mirella Molinari, nel 2008, per Teleducato. Ha curato documentari storici tra cui quello dedicato alla congiura farnesiana, in collaborazione con la Banca di Piacenza, “Margherita d’Austria, Duchessa dimenticata” e, ancora per la Banca di Piacenza, due documentari dedicati a restauri in San Sisto e presso la Collegiata di Cortemaggiore. Convinta della necessità di dare spazio ai giovani, ha ospitato in redazione decine di ragazzi, per una prima esperienza giornalistica. Ha coordinato e firmato il primo Tg realizzato da studenti, con il progetto triennale di videogiornalismo scolastico, in collaborazione con il Liceo Artistico Cassinari di Piacenza.
ARTICOLI CONSIGLIATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli Recenti

Ultimi Commenti