HomeAttualità“La generazione zeta interpreta la storia” incontro con Roberta Bruzzone all'ex Carmine

“La generazione zeta interpreta la storia” incontro con Roberta Bruzzone all’ex Carmine

Secondo appuntamento, martedì 6 febbraio alle 10, con “La generazione Z interpreta la storia”, ciclo di incontri promossi dall’assessorato alla Cultura del Comune di Piacenza che vedono coinvolti protagonisti di primo piano della società italiana e gli studenti degli istituti secondari di 2° grado. Martedì prossimo, presso il Laboratorio Aperto nella ex Chiesa del Carmine, in piazza Casali 10, interverrà la psicologa forense Roberta Bruzzone, che dialogherà sul tema “Per un pugno di like”, approfondendo i rapporti spesso patologici tra mondo virtuale e realtà, nonché le conseguenze sui rapporti di coppia, nella drammatica attualità di stalking e femminicidi.

Ligure, laureata in psicologia clinica presso l’Università degli Studi di Torino con tesi in ambito criminologico, Roberta Bruzzone è una psicologa forense, divenuta nota principalmente per il suo coinvolgimento nelle indagini sul delitto di Avetrana, quando le fu affidato l’incarico di consulente della difesa di Michele Misseri. In precedenza, aveva svolto lo stesso ruolo per altri fatti di cronaca nera, tra i quali la strage di Erba, seguendo poi numerosissimi casi di violenza che hanno avuto un risvolto mediatico.

Particolarmente stimata e apprezzata dal pubblico, oltre a presenziare come ospite in diversi programmi televisivi, Roberta Bruzzone è autrice e conduttrice della trasmissione “La scena del crimine”, nonché conduttrice di “Donne mortali”. Dal 2017 al 2022 è stata inoltre opinionista del programma di varietà “Ballando con le stelle”. Ha avuto incarichi presso la Libera Università Mediterranea “Jean Monnet” di Casamassima e l’Università degli Studi telematica “Niccolò Cusano” di Roma.

Nel 2022 ha interpretato sé stessa nel film “(Im)perfetti criminali”. E’ autrice di numerosi saggi, tra i quali “Delitti allo specchio. I casi di Perugia e Garlasco a confronto oltre ogni ragionevole dubbio” e “Io non ci sto più. Consigli pratici per riconoscere un manipolatore affettivo e liberarsene”. All’incontro di martedì 6, aperto anche alla cittadinanza, prenderanno parte gli studenti degli istituti Romagnosi, Isii Marconi, Casali e Respighi.

ARTICOLI CONSIGLIATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli Recenti

Ultimi Commenti

Gilberto on GATTO, AMORE MIO !
Igino è Mietta on GATTO, AMORE MIO !
Simona Maffini on GATTO, AMORE MIO !
Angela on GATTO, AMORE MIO !