HomeAttualità“Giretto d’Italia”, tutti a scuola e al lavoro in bici mercoledì 20

“Giretto d’Italia”, tutti a scuola e al lavoro in bici mercoledì 20

Torna l’appuntamento con il “Giretto d’Italia”, che come di consueto vedrà Piacenza in lizza, su proposta del Circolo Emilio Politi di Legambiente, tra le città partecipanti alla competizione nazionale sul fronte della mobilità ecologica, negli spostamenti quotidiani di lavoratori e studenti. Un’iniziativa che più volte, nelle passate edizioni, ha premiato la nostra città con la maglia rosa o i primi posti in classifica, alla quale anche quest’anno l’Amministrazione comunale aderisce con il suo Ceas Infoambiente e il proprio patrocinio formale, accanto all’Azienda Usl, alla Federazione provinciale dei Medici Pediatri, a Fiab Amolabici, Energetica Aps, al Comitato organizzatore della Placentia Half Marathon, ai licei Gioia e Respighi. Per la prima volta, danno il loro supporto all’evento anche il liceo Colombini, l’Isii Marconi, le scuole secondarie di 1° grado Calvino e Dante-Carducci, nonché il 2° Circolo didattico.

Mercoledì 20 settembre, tra le 7.15 e le 9.15, saranno registrati i passaggi in bicicletta, o con mezzi di micro-mobilità elettrica (monopattini, e-bike e simili) in sette punti presidiati dai volontari: alle sei tradizionali “barriere” – piazzale Libertà, barriera Genova, piazzale Milano, barriera Torino, incrocio via Dante-via Nasolini e stazione ferroviaria – si aggiunge infatti, quest’anno, barriera Roma, grazie all’iniziativa delle insegnanti del 2° Circolo che monitoreranno i velocipedi in ingresso e in uscita lungo l’asse di via Colombo.

“Il Giretto d’Italia – rimarca l’assessora all’Ambiente Serena Groppelli – è come sempre occasione per sottolineare che Piacenza è una città a misura di spostamenti sostenibili, dimostrando come le scelte che compiamo nella quotidianità, ad esempio optando per la bici ogni volta che è possibile, incidono concretamente sulla qualità di vita della comunità, contribuendo a ridurre le emissioni nocive e decongestionare il traffico, oltre a favorire il benessere e la salute personale. Ringrazio tutte le realtà e i volontari che rendono possibile questo evento anche a Piacenza, aiutando a diffondere un messaggio che, anche in virtù del coinvolgimento sempre più forte delle scuole, assume una valenza educativa molto importante”. Grazie all’attività di sensibilizzazione svolta da Infoambiente, agli studenti degli istituti superiori si affiancano infatti le ragazze e i ragazzi delle medie inferiori, che saranno coinvolti in indagini interne sulla mobilità e sull’osservazione delle fasi di controllo alle diverse barriere cittadine.

Il “Giretto d’Italia” rientra tra le iniziative in calendario per la Settimana europea della Mobilità che si articola dal 16 al 22 settembre: “A questo proposito – ricorda l’assessora Groppelli – tra le iniziative di promozione della sostenibilità non può mancare il Pedibus, che sta ripartendo nelle scuole primarie della città con la raccolta delle iscrizioni e la ricerca di nuovi accompagnatori che diano ulteriore supporto e continuità, accanto ai volontari che già si mettono generosamente a disposizione”.

ARTICOLI CONSIGLIATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

spot_img

Articoli Recenti

Ultimi Commenti