HomeAttualitàGiornata internazionale della Donna, le iniziative in programma

Giornata internazionale della Donna, le iniziative in programma

Sebbene le restrizioni in atto per l’emergenza sanitaria non consentano manifestazioni ed eventi in presenza, non mancheranno le iniziative di sensibilizzazione in occasione della Giornata internazionale della Donna.Nell’approssimarsi dell’8 marzo, l’assessore alle Pari Opportunità Federica Sgorbati sottolinea come questa ricorrenza sia “più che mai importante, quest’anno, non solo per ribadire il valore imprescindibile del rispetto dei diritti e del rifiuto di ogni forma di abuso, ma anche per riflettere sulle disparità che la pandemia ha accentuato in questi mesi, gravando soprattutto sulle donne in termini sociali e occupazionali. Ed è al tempo stesso il momento in cui dire grazie a tutte le lavoratrici che, anche nelle fasi più critiche dell’emergenza, hanno garantito con impegno la continuità di servizi essenziali”. Sul sito www.comune.piacenza.it si può consultare il calendario completo degli appuntamenti in programma, a cominciare dal progetto di solidarietà del Gruppo Terziario Donna Piacenza di Confcommercio che in collaborazione con l’Associazione Panificatori e Federfiori Piacenza sta distribuendo, in diversi negozi di città e provincia, i biscotti da forno prodotti dal Panificio Marazzola di Saliceto di Cadeo e dalla Panetteria Spagna di Monticelli d’Ongina. A fronte di un’offerta di tre euro, sino a lunedì 8 marzo, si potrà contribuire a una raccolta fondi a sostegno dell’Hospice “La Casa di Iris”. 

A partire dalla giornata di lunedì 8, si potrà accedere anche dal sito web comunale al link del video #PIACENZAINROSA, la cui realizzazione ha avuto il patrocinio dell’Amministrazione ed è a cura dell’associazione Epikurea: il filmato, che sarà trasmesso dalla web radio raccontiamoci.net, è introdotto dall’assessore Sgorbati e presenta una panoramica delle realtà al femminile attive sul territorio, ciascuna delle quali spiega, a Simona Tonini e Stella Piazza, il proprio impegno e la propria attività. 

Ha scelto invece di rendere omaggio alle “Piccole grandi donne” che ciascuna, nel proprio percorso di vita, ha potuto ammirare e conoscere, il Soroptimist Club, con una raccolta di storie che saranno stampate e messe a disposizione del pubblico perché altre donne, leggendo, possano identificarsi in loro e trarne ispirazione. Si potrà guardare online – al link disponibile a breve – il video “Mind the Gender Gap” del Centro Antiviolenza di Piacenza, finanziato dalla Regione Emilia Romagna.

Uno spot realizzato insieme agli studenti delle classi terze del liceo Colombini, con la regia di Marco Toscani e il supporto di Aidm, Confindustria, associazioni “I Draghi” e “Ragazzi al Museo”, Università di Parma, di Bolzano e Politecnica delle Marche, con Laboratorio Multilab, per sostenere la presenza paritaria delle donne nel tessuto economico del territorio.Si intitola “Più che una donna” la video performance di Elena Rossetti, accompagnata dalla voce di Davide Villani sul testo di Marco D’Azzo, in collaborazione con FB Cornucopia – Danzare l’arte e associazione Le Rane, con rimando diretto a YouTube dal sito web comunale.

Sarà pubblicato invece a breve il link per guardare #la lunga storia dell’8 marzo, filmato a cura di Fnp Cisl e Cisl Parma-Piacenza, ripercorrendo le date che hanno segnato storiche conquiste nel percorso di riconoscimento dell’autonomia e dei diritti delle donne.

A cura del Centro Italiano Femminile, prosegue con il terzo incontro il ciclo “Attente al lupo, imparare a riconoscere la violenza per dire NO”: un percorso on line iniziato il 25 novembre con le studentesse dell’istituto Romagnosi, esternando ai propri compagni di classe considerazioni e speranze per superare, insieme, le diversità e condividere il rispetto. 

Sono in calendario nelle prossime settimane, infine, altri due eventi. La tavola rotonda “Laboratori di cittadinanza” – al momento fissata per il 20 marzo alle 10.30, al Centro “Il Samaritano”, visibile in diretta streaming contattando mondoaperto2020@gmail.com per ottenere il link – è organizzata dalla Protezione della Giovane e coinvolgerà numerose associazioni del territorio, con il coordinamento della docente di Pedagogia della Famiglia dell’Università Cattolica Elisabetta Musi.

Alla fine di marzo, è prevista la trasmissione on line dell’allestimento teatrale di “Parla con lei”, estratto dello spettacolo “Shakespeare’s women” di Monia Giovannangeli, nonché della serie di interviste “Diamo voce ai desideri e ai sogni delle donne”, a cura dell’associazione Theatre Of Eternal Values International in collaborazione con Cantiere Simone Weil, la presidente del Centro Antiviolenza di Piacenza Donatella Scardi e la giornalista Mirella Molinari. 

Mirella Molinari
Mirella Molinarihttps://www.piacenzadiario.it
Mirella Molinari è una giornalista piacentina. Per 15 anni Direttore del Telegiornale di Teleducato Piacenza, è stata la prima donna a Piacenza alla guida di una redazione televisiva e una delle prime telereporter piacentine in grado di realizzare riprese e montaggi video. E proprio nel panorama della tv piacentina ha portato uno stile del tutto nuovo, più spontaneo e vero. E’ sua l’idea di un format di successo, come “Per la strada”: storie di vita vissuta, interviste girate tra le gente, nei bar all’aperto e nei luoghi simbolo della città. Come Direttore del Tg ha coordinato e condotto, oltre a due edizioni di news quotidiane, dirette elettorali, confronti politici, programmi di approfondimento e attualità come “Diario” e “Piacenza Europa”, di cui ha firmato centinaia di puntate. Responsabile anche del sito di Teleducato Piacenza fino al 2014, dal 2015 gestisce e coordina, insieme alla figlia, Laura Parmeggiani, il blog Piacenza Diario. Anche in questo caso, un primo esempio di approfondimento più vicino ai temi della gente, con lo scopo di raccontare storie vere e di raccogliere opinioni e commenti lontani da stereotipi omologati. Laureata in lettere e diplomata in pianoforte , Mirella Molinari è anche insegnante di musica e, sempre per la tv, ha curato programmi di divulgazione culturale/musicale. Tra i più apprezzati: “Scena e retroscena”, dedicato alla stagione lirica piacentina, con interviste, anticipazioni ed esclusivi “dietro le quinte” , ma anche le dirette delle prime del Municipale di Piacenza. Tra le tante, memorabile la 400esima recita di Rigoletto per Leo Nucci, condotta in diretta e in esclusiva da Mirella Molinari, nel 2008, per Teleducato. Ha curato documentari storici tra cui quello dedicato alla congiura farnesiana, in collaborazione con la Banca di Piacenza, “Margherita d’Austria, Duchessa dimenticata” e, ancora per la Banca di Piacenza, due documentari dedicati a restauri in San Sisto e presso la Collegiata di Cortemaggiore. Convinta della necessità di dare spazio ai giovani, ha ospitato in redazione decine di ragazzi, per una prima esperienza giornalistica. Ha coordinato e firmato il primo Tg realizzato da studenti, con il progetto triennale di videogiornalismo scolastico, in collaborazione con il Liceo Artistico Cassinari di Piacenza.
ARTICOLI CONSIGLIATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli Recenti

Ultimi Commenti