HomeAttualitàPiacenza ricorda il Vescovo Manfredini a 40 anni dalla morte

Piacenza ricorda il Vescovo Manfredini a 40 anni dalla morte

A quarant’anni dalla morte di mons. Enrico Manfredini, la diocesi di Piacenza-Bobbio e il settimanale Il Nuovo Giornalepropongono tre appuntamenti per ricordare il Vescovo che ha guidato la Chiesa piacentina dal 1969 al 1983, quando poi divenne arcivescovo di Bologna.

Lunedì 4 dicembre, alle ore 21, nel salone della parrocchia di San Giuseppe Operaio (in viale Martiri della Resistenza, 19 a Piacenza), si terrà l’incontro “Una Chiesa a servizio dell’uomo”: dopo il saluto del vescovo mons. Adriano Cevolotto, interverràmons. Giuseppe Busani, ordinato sacerdote da mons. Manfredini nel 1979, sul tema “La visione ecclesiale di Manfredini”; con lui prenderà la parola il prof. Mauro Monti (“I laici nel cuore di Manfredini”). Modererà la serata Silvia Manzi.

Nel corso dell’incontro verranno proiettati, grazie alla collaborazione di Gianni Cravedi, anche alcuni brevi video con le parole di mons. Manfredini; le immagini vennero prodotte da Prospero Cravedi e Maria Vittoria Gazzola negli anni Ottanta.

Sabato 16 dicembre, alle ore 11, nella Cattedrale di Bologna avrà luogo la messa presieduta dal cardinal Matteo Maria Zuppi e concelebrata dal vescovo mons. Adriano Cevolotto e dal vescovo emerito mons. Gianni Ambrosio. L’Ufficio diocesano Pellegrinaggi predispone un pullman per chi desidera partecipare (tel. 0523.308335 – ufficiopellegrinaggi@curia.pc.it).

Domenica 17 dicembre, alle ore 18.30, le celebrazioni torneranno nella nostra città con la messa presieduta dal vescovo mons. Adriano Cevolotto in Cattedrale di Piacenza. Insieme al vescovo mons. Manfredini, si ricorderanno tutti i Vescovi defunti.

Ricordare mons. Manfredini spiegano gli organizzatori non significa solo ripensare al passato ma fare memoria del cammino vissuto in quegli anni dalla Chiesa piacentina perché anche oggi, con la stessa audacia, in tempi molto diversi da allora, si possa guardare al presente e al futuro con coraggio.

All’opera di mons. Manfredini e dei sacerdoti, religiosi e laici che collaborarono con lui si devono numerose opere, molte delle quali tuttora attive: dall’attenzione al mondo della fragilità(Caritas, associazione La Ricerca, Il Germoglio, La Gemma, associazione As.so.fa e cooperativa Assofa) all’orizzonte missionario, culturale ed ecclesiale (Africa Mission, Libreria Berti, Scuola di teologia per laici, il sostegno alle missioni in Brasile, Consulta dei gruppi giovanili). Mons. Manfredini, con piglio lombardo, seppe scuotere una realtà ricca di germogli e iniziative facendo crescere ciò che sapeva dare una risposta alle situazioni di bisogno che man mano emergevano; il suo progetto, nella linea di Giovanni Paolo II, era una Chiesa a servizio dell’uomo.

A Bologna, inoltre, dal 4 al 16 dicembre sarà visitabile in Cattedrale la mostra curata dal Centro culturale “Enrico Manfredini” dal titolo “«Per cui questo mondo diventa diverso». L’amicizia con Cristo: Enrico Manfredini Vescovo di Bologna”. Sono previste anche visite guidate: sabato 9 dicembre (15-16.20); domenica 10 dicembre (15-16.20); sabato 16 dicembre (10.20-10.50; 15-16.20). Prenotazioni: centromanfredini@gmail.com. Dal mese di gennaio partirà un tour della mostra nelle parrocchie bolognesi.

ARTICOLI CONSIGLIATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli Recenti

Ultimi Commenti

Gilberto on GATTO, AMORE MIO !
Igino è Mietta on GATTO, AMORE MIO !
Simona Maffini on GATTO, AMORE MIO !
Angela on GATTO, AMORE MIO !