HomeAttualitàEMERGENZA CORONAVIRUS, TAGLIAFERRI (FDL) "SOSTENERE ANCHE IL MONDO DELLO SPETTACOLO"

EMERGENZA CORONAVIRUS, TAGLIAFERRI (FDL) “SOSTENERE ANCHE IL MONDO DELLO SPETTACOLO”

Il consigliere chiede alla Giunta di interagire con il governo anche per “un’indennità forfettaria per chi ha interrotto le attività dal 23 febbraio”

Il coronavirus colpisce anche il settore dello spettacolo, oltre a causare un “rallentamento dell’operatività in tutti i settori economici, dalle imprese che lavorano su mercati nazionali ed esteri alle imprese del settore turistico a quelle del settore culturale e del tempo libero, con conseguenti difficoltà sia per gli imprenditori che per i lavoratori e le loro famiglie”. Per questo Giancarlo Tagliaferri (Fdi) interroga la Giunta, chiedendo “l’apertura di un tavolo fra il ministero per i Beni e le attività culturali e per il turismo (Mibact), l’Inps e il ministero del Lavoro al fine di rivedere alcuni punti imprescindibili come la tutela previdenziale, al pari dei lavoratori dipendenti o a carattere discontinuo, e un’indennità forfettaria per chi ha interrotto le attività dal 23 febbraio”.

“Gli artisti e gli operatori dello spettacolo sono a casa da settimane – sottolinea Tagliaferri -, senza prospettive e soprattutto senza alcuna protezione economica e previdenziale” e cita la petizione del presidente della federazione “Il jazz Italiano” Paolo Fresu che chiede “sostegno per tutte le categorie dei lavoratori appartenenti al mondo dello spettacolo” visto che “la maggior parte delle persone che lavorano nel mondo dell’arte- spiega il consigliere- vivono giorno per giorno e oggi, forzatamente a casa come tutti, non solo non guadagnano ma non godono di alcun armonizzatore sociale, eppure pagano le tasse come tutti”.

Dunque, Tagliaferri chiede all’esecutivo regionale “se non si ritenga necessario e urgente intervenire nelle opportune sedi nazionali per chiedere l’apertura di un tavolo tra Mibact, Inps e ministero del Lavoro e rivedere alcuni punti imprescindibili come la tutela previdenziale al pari dei lavoratori dipendenti o a carattere discontinuo nonché un’indennità forfettaria per chi ha interrotto le attività dal 23 febbraio; se non si intenda chiedere al governo il riconoscimento di malattia, ammortizzatori sociali, una riduzione delle giornate lavorative per fini previdenziali e altre forme di contributi per questa categoria di lavoratori; infine, se si si ritenga opportuno sollecitare la predisposizione di un progetto che possa migliorare il sistema per il futuro”.

Mirella Molinari
Mirella Molinarihttps://www.piacenzadiario.it
Mirella Molinari è una giornalista piacentina. Per 15 anni Direttore del Telegiornale di Teleducato Piacenza, è stata la prima donna a Piacenza alla guida di una redazione televisiva e una delle prime telereporter piacentine in grado di realizzare riprese e montaggi video. E proprio nel panorama della tv piacentina ha portato uno stile del tutto nuovo, più spontaneo e vero. E’ sua l’idea di un format di successo, come “Per la strada”: storie di vita vissuta, interviste girate tra le gente, nei bar all’aperto e nei luoghi simbolo della città. Come Direttore del Tg ha coordinato e condotto, oltre a due edizioni di news quotidiane, dirette elettorali, confronti politici, programmi di approfondimento e attualità come “Diario” e “Piacenza Europa”, di cui ha firmato centinaia di puntate. Responsabile anche del sito di Teleducato Piacenza fino al 2014, dal 2015 gestisce e coordina, insieme alla figlia, Laura Parmeggiani, il blog Piacenza Diario. Anche in questo caso, un primo esempio di approfondimento più vicino ai temi della gente, con lo scopo di raccontare storie vere e di raccogliere opinioni e commenti lontani da stereotipi omologati. Laureata in lettere e diplomata in pianoforte , Mirella Molinari è anche insegnante di musica e, sempre per la tv, ha curato programmi di divulgazione culturale/musicale. Tra i più apprezzati: “Scena e retroscena”, dedicato alla stagione lirica piacentina, con interviste, anticipazioni ed esclusivi “dietro le quinte” , ma anche le dirette delle prime del Municipale di Piacenza. Tra le tante, memorabile la 400esima recita di Rigoletto per Leo Nucci, condotta in diretta e in esclusiva da Mirella Molinari, nel 2008, per Teleducato. Ha curato documentari storici tra cui quello dedicato alla congiura farnesiana, in collaborazione con la Banca di Piacenza, “Margherita d’Austria, Duchessa dimenticata” e, ancora per la Banca di Piacenza, due documentari dedicati a restauri in San Sisto e presso la Collegiata di Cortemaggiore. Convinta della necessità di dare spazio ai giovani, ha ospitato in redazione decine di ragazzi, per una prima esperienza giornalistica. Ha coordinato e firmato il primo Tg realizzato da studenti, con il progetto triennale di videogiornalismo scolastico, in collaborazione con il Liceo Artistico Cassinari di Piacenza.
ARTICOLI CONSIGLIATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli Recenti

Ultimi Commenti