HomeAttualitàConcertistica. Giulia Rimonda solista con l'Orchestra della Toscana e Umberto Clerici

Concertistica. Giulia Rimonda solista con l’Orchestra della Toscana e Umberto Clerici

Nuovo appuntamento con la Stagione Concertistica della Fondazione Teatri di Piacenza: venerdì 5 aprile alle 20.30 è in programma il concerto dell’Orchestra della Toscana, per la prima volta al Teatro Municipale, che vedrà sul podio Umberto Clerici, direttore principale dell’australiana Queensland Symphony Orchestra.

Solista al violino la giovanissima Giulia Rimonda, che svolge un’intensa attività concertistica in Italia e all’estero, chiamata a interpretare un pezzo da novanta del repertorio violinistico, il Concerto op. 64 di Felix Mendelssohn-Bartholdy. A completare il programma, l’Orchestra sarà impegnata nell’esecuzione dell’Ottava Sinfonia di Ludwig van Beethoven.

Il Concerto op. 64 per violino e orchestra di Mendelssohn, commissionato al compositore dal celebre violinista Ferdinando David ed eseguito per la prima volta a Lipsia nel 1845, è divenuto uno tra i capisaldi della letteratura per lo strumento. Il brillante rilievo della parte solista, l’invenzione tematica ricca di fascino, l’ingresso del violino già all’inizio del primo tempo e l’insieme di raro equilibrio segnano una svolta che lo ha reso uno tra i più celebri concerti per violino e orchestra di tutti i tempi, amato da molti interpreti.

La violinista Giulia Rimonda, nata a Torino nel 2002, ha debuttato nel 2023 all’Amphitheatre Richelieu di Parigi e alla Royal Opera House di Muscat. È stata definita da Salvatore Accardo “una musicista completa, in possesso di una tecnica brillantissima, un suono emozionante, caldo e potente, una musicalità pura e un’intonazione perfetta”. Vincitrice di numerosi riconoscimenti, è stata artista in residenza della Società dei Concerti di Milano ed è stata recentemente selezionata per il progetto Talenti musicali italiani nel mondo promosso dall’Accademia Chigiana e dal CIDIM.

 

Da Mendelssohn a Beethoven, nella seconda parte del concerto al Municipale: del grande compositore tedesco verrà eseguita l’Ottava Sinfonia, completata nel 1812 ed eseguita per la prima volta pubblicamente a Vienna il 27 febbraio 1814. Di carattere brillante e spirituale, la più breve tra le sinfonie beethoveniane segna il ritorno ad una forma decisamente classica, pur rimanendo un’opera della maturità artistica del compositore per la cura del lavoro strumentale e il sapiente sviluppo del gioco armonico. Ad interpretarla l’Orchestra della Toscana, fondata a Firenze nel 1980 e considerata una tra le migliori orchestre in Italia. L’ORT suona regolarmente nei più importanti teatri e sale da concerto, dal Lingotto di Torino al Teatro alla Scala e all’Accademia di Santa Cecilia di Roma, e nelle maggiori sale europee e d’oltreoceano, dalla Carnegie Hall di New York al Teatro Coliseo di Buenos Aires, a Hong Kong e in Giappone. La sua storia artistica è segnata dalla presenza e dalla collaborazione con musicisti illustri come Salvatore Accardo, Martha Argerich, Rudolf Barshai, Yuri Bashmet, Frans Bruggen, James Conlon, suo Direttore onorario, Myung-Whun Chung, Gianandrea Gavazzeni, Gianluigi Gelmetti, Daniel Harding e molti altri.

L’ultima volta che l’Orchestra della Toscana ha suonato con Umberto Clerici, nel decennio scorso, lui era violoncellista. Adesso lo ritroviamo direttore principale della Queensland Symphony Orchestra, in Australia, e ormai dedito quasi più al podio che allo strumento con cui ha raggiunto tutti i traguardi possibili. Ora l’essersi dato alla direzione gli consente di intendere la musica da un’altra prospettiva. Infatti, dice, “quando suoni il violoncello stai seduto di fronte al pubblico, anche se poi il solista non fa troppo caso a chi gli sta davanti, perché è come se pensasse la musica dentro sé stesso. Invece, dirigendo, ci si trova davanti un’orchestra che suona per te, ed è come se il direttore facesse parte del pubblico, sebbene abbia più controllo sulla situazione musicale”.

In occasione del concerto di venerdì, proseguono le riduzioni sui biglietti per gli studenti universitari, grazie alla sinergia tra Assessorato alle Politiche Giovanili, Università e Ricerca del Comune di Piacenza e Fondazione Teatri di Piacenza.

Per informazioni e biglietti: Biglietteria del Teatro Municipale: tel. 0523 385720 / 385721 – email: biglietteria@teatripiacenza.it – www.teatripiacenza.it

 

ARTICOLI CONSIGLIATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli Recenti

Ultimi Commenti