HomeAttualitàCappucciati (Lega Nord): “Ius Soli, legge che unisce la sinistra ma divide...

Cappucciati (Lega Nord): “Ius Soli, legge che unisce la sinistra ma divide il Paese”

“Ieri in Consiglio comunale sono intervenuta in merito all’intenzione da parte del Parlamento di approvare la legge sullo Ius Soli, il testo di legge che modifica le regole sulla cittadinanza che si è arenato in Senato per mancanza di numeri nei mesi scorsi e che se portato a termine regalerebbe la cittadinanza in modo gratuito e incondizionato a migliaia di persone.” La precisazione arriva da Lorella Cappucciati, consigliere Lega Nord al comune di Piacenza, che prosegue “Dichiarazione, la mia, ancora una volta contrastata dalla sinistra con temi come l’infanzia, i bambini, che con il disegno di legge in realtà non hanno nulla a che fare; una falsa facciata per nascondere una legge che potrebbe essere molto dannosa per gli italiani. Utile solamente ad unire le tante correnti create in questi mesi all’interno della sinistra e che vedono in questa legge l’unica base di un eventuale futuro accordo, sacrificando l’integrità del nostro Paese, dividendolo.

Il giorno dopo l’approvazione, i trafficanti e commercianti di clandestini, viste le porte aperte dell’Italia, scaricheranno nuovi immigrati in gran quantità, grazie anche all’aiuto concesso con l’abolizione del reato di clandestinità. Tutto ciò renderà la frontiera italiana accessibile, facendo passare un messaggio lesivo per l’immagine del nostro Paese, e cioè quello che basteranno cinque anni di scuola per diventare sia cittadino italiano che europeo.

Ma il più grande pericolo al quale andiamo incontro con il passaggio di questa legge, è il rischio di una sostituzione etnica dei nostri cittadini con gli immigrati. Un fenomeno, quello della sostituzione che non vedremo in maniera netta nei giorni successivi all’approvazione, anche se ci sarà sicuramente un evidente cambiamento, ma che sicuramente subiranno i nostri figli”. Commenta Lorella Cappucciati, consigliere Lega Nord al comune di Piacenza

Mirella Molinari
Mirella Molinarihttps://www.piacenzadiario.it
Mirella Molinari è una giornalista piacentina. Per 15 anni Direttore del Telegiornale di Teleducato Piacenza, è stata la prima donna a Piacenza alla guida di una redazione televisiva e una delle prime telereporter piacentine in grado di realizzare riprese e montaggi video. E proprio nel panorama della tv piacentina ha portato uno stile del tutto nuovo, più spontaneo e vero. E’ sua l’idea di un format di successo, come “Per la strada”: storie di vita vissuta, interviste girate tra le gente, nei bar all’aperto e nei luoghi simbolo della città. Come Direttore del Tg ha coordinato e condotto, oltre a due edizioni di news quotidiane, dirette elettorali, confronti politici, programmi di approfondimento e attualità come “Diario” e “Piacenza Europa”, di cui ha firmato centinaia di puntate. Responsabile anche del sito di Teleducato Piacenza fino al 2014, dal 2015 gestisce e coordina, insieme alla figlia, Laura Parmeggiani, il blog Piacenza Diario. Anche in questo caso, un primo esempio di approfondimento più vicino ai temi della gente, con lo scopo di raccontare storie vere e di raccogliere opinioni e commenti lontani da stereotipi omologati. Laureata in lettere e diplomata in pianoforte , Mirella Molinari è anche insegnante di musica e, sempre per la tv, ha curato programmi di divulgazione culturale/musicale. Tra i più apprezzati: “Scena e retroscena”, dedicato alla stagione lirica piacentina, con interviste, anticipazioni ed esclusivi “dietro le quinte” , ma anche le dirette delle prime del Municipale di Piacenza. Tra le tante, memorabile la 400esima recita di Rigoletto per Leo Nucci, condotta in diretta e in esclusiva da Mirella Molinari, nel 2008, per Teleducato. Ha curato documentari storici tra cui quello dedicato alla congiura farnesiana, in collaborazione con la Banca di Piacenza, “Margherita d’Austria, Duchessa dimenticata” e, ancora per la Banca di Piacenza, due documentari dedicati a restauri in San Sisto e presso la Collegiata di Cortemaggiore. Convinta della necessità di dare spazio ai giovani, ha ospitato in redazione decine di ragazzi, per una prima esperienza giornalistica. Ha coordinato e firmato il primo Tg realizzato da studenti, con il progetto triennale di videogiornalismo scolastico, in collaborazione con il Liceo Artistico Cassinari di Piacenza.
ARTICOLI CONSIGLIATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

spot_img

Articoli Recenti

Ultimi Commenti

Monti enrica on LA BELL’ESTATE
Rita Caprara on LA BELL’ESTATE
Sandra on LA BELL’ESTATE