HomeStoriePersone PORTA...MIVIA. UNDICI STORIE DI DONNE RACCONTATE DA ALUNNE DEL COLOMBINI

[VIDEO] PORTA…MIVIA. UNDICI STORIE DI DONNE RACCONTATE DA ALUNNE DEL COLOMBINI

 Il video “Porta_mi via” é un esempio del lavoro straordinario che si fa a scuola, quando la scuola si apre a collaborazioni e sinergie con il mondo dell’arte, e non solo. In questo caso si tratta dell’interpretazione, da parte di alcune alunne del Liceo Colombini, di una mostra ospitata mesi fa dalla Galleria d’arte Il Lepre di Sandra Bozzarelli. Una delle più belle e, purtroppo, una delle ultime della storica Galleria di Via Frasi a Piacenza. Guardando questo filmato ho provato una doppia emozione: quella data dalla originalità e delicatezza dei testi, 11 storie di donne, e delle immagini proposti dalle ragazze del Colombini e quella, amara, del rimpianto per uno spazio d’arte che ha chiuso i battenti troppo presto. La nostra città, ribadisco, ha perso un tassello importante della sua vita artistica e culturale, una voce importante e originale, quella di Sandra Bozzarelli, che manca a tanti e che in tanti sperano di risentire presto, in altre forme.
Per saperne di più sul lavoro svolto da docenti e allieve del Colombini, allego la descrizione/presentazione del progetto:
-Il video “Porta_mi via” nasce dalla collaborazione tra la Galleria d’arte Il Lepre di Sandra Bozzarelli e il Liceo Colombini, che consolidano così un sodalizio già sperimentato durante la mostra “Territoria” .
L’installazione artistica che ha dato origine al progetto, realizzata da Marco Vegezzi, è costituita da undici porte antiche affiancate che richiamano l’aspetto di una piazzetta e celano le opere di altrettanti artisti: il gesto di aprire ogni porta rivela una piccola storia, suscita un’emozione. Proprio per questo, le alunne del Liceo Colombini hanno immaginato e rappresentato undici storie di donne, diverse tra loro; storie che nascono da fatti di cronaca o che parlano di amicizia, racconti familiari, voci che arrivano dall’infanzia, suggestioni nate dall’incontro tra un artista e un poeta.
Sul palcoscenico di questo teatro i personaggi si svelano insieme alle opere degli artisti, si raccontano, ci consegnano il proprio messaggio e ci coinvolgono in un percorso attraverso il mondo delle donne.
“Ognuna di noi apra la sua porta e si lasci condurre nel viaggio che più desidera”.
“Porta_mi via”  è stato realizzato per la Giornata internazionale della donna 2019.
Le opere che si svelano attraverso le porte sono degli artisti : Elena Bolledi, Eleonora Serena, Enrica Zuffada, Paolo Maini, Ercole Piga, Guido Morelli, Roberto Boiardi, Simone Prudente, Gianni Lucchesi, Tommaso Santucci, Paul Bernard.
Le studentesse che hanno partecipato in video, recitando o scrivendo i testi sono: Carolina Troglio, Omaima Larhzafi, Lucredia Aradelli, Aurora Lo Nardo, Greta Brigati, Chiara Facchini, Camilla Prandini, Letizia Zermani, Matilde Bottazzi, Andrea Chiara Enrione, Elena Masoero, Sandra Rizzi, Federica Guida, Ikram Jerouane, Martina Forlani, Arianna Malvicini, Martina Olita.
Le insegnanti Arianna Dadati, Rossana Frati, Donatella Gandini hanno coordinato il progetto.
Canzoni e testi: C. Consoli, AAA Cercasi; Le Vibrazioni, Portami Via; A. Merini, Tu non sai; C. Pavese, Agonia.
Un ringraziamento, in particolare, alla Gallerista Sandra Bozzarelli che ha messo a disposizione gli spazi della mostra e all’attrice Samantha Oldani che ha prestato la voce per un monologo tratto dal suo spettacolo “Più di ieri meno di domani”-
Mirella Molinari
Mirella Molinarihttps://www.piacenzadiario.it
Mirella Molinari è una giornalista piacentina. Per 15 anni Direttore del Telegiornale di Teleducato Piacenza, è stata la prima donna a Piacenza alla guida di una redazione televisiva e una delle prime telereporter piacentine in grado di realizzare riprese e montaggi video. E proprio nel panorama della tv piacentina ha portato uno stile del tutto nuovo, più spontaneo e vero. E’ sua l’idea di un format di successo, come “Per la strada”: storie di vita vissuta, interviste girate tra le gente, nei bar all’aperto e nei luoghi simbolo della città. Come Direttore del Tg ha coordinato e condotto, oltre a due edizioni di news quotidiane, dirette elettorali, confronti politici, programmi di approfondimento e attualità come “Diario” e “Piacenza Europa”, di cui ha firmato centinaia di puntate. Responsabile anche del sito di Teleducato Piacenza fino al 2014, dal 2015 gestisce e coordina, insieme alla figlia, Laura Parmeggiani, il blog Piacenza Diario. Anche in questo caso, un primo esempio di approfondimento più vicino ai temi della gente, con lo scopo di raccontare storie vere e di raccogliere opinioni e commenti lontani da stereotipi omologati. Laureata in lettere e diplomata in pianoforte , Mirella Molinari è anche insegnante di musica e, sempre per la tv, ha curato programmi di divulgazione culturale/musicale. Tra i più apprezzati: “Scena e retroscena”, dedicato alla stagione lirica piacentina, con interviste, anticipazioni ed esclusivi “dietro le quinte” , ma anche le dirette delle prime del Municipale di Piacenza. Tra le tante, memorabile la 400esima recita di Rigoletto per Leo Nucci, condotta in diretta e in esclusiva da Mirella Molinari, nel 2008, per Teleducato. Ha curato documentari storici tra cui quello dedicato alla congiura farnesiana, in collaborazione con la Banca di Piacenza, “Margherita d’Austria, Duchessa dimenticata” e, ancora per la Banca di Piacenza, due documentari dedicati a restauri in San Sisto e presso la Collegiata di Cortemaggiore. Convinta della necessità di dare spazio ai giovani, ha ospitato in redazione decine di ragazzi, per una prima esperienza giornalistica. Ha coordinato e firmato il primo Tg realizzato da studenti, con il progetto triennale di videogiornalismo scolastico, in collaborazione con il Liceo Artistico Cassinari di Piacenza.
ARTICOLI CONSIGLIATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

spot_img

Articoli Recenti

Ultimi Commenti

Monti enrica on LA BELL’ESTATE
Rita Caprara on LA BELL’ESTATE
Sandra on LA BELL’ESTATE