[VIDEO] VILLA IN FESTA A VEANO. LA STORIA DELLA GRANDE EVASIONE E LA MOSTRA DI PAOLA FOPPIANI NELLA PRIMA GIORNATA

Storia, arte, escursioni e cena sotto le stelle nella prima delle due giornate proposte dall’Opera Pia Alberoni con l’iniziativa Villa in Festa a Veano. L’apertura della giornata é stata affidata all’approfondimento storico dal titolo:Campo di concentramento PG 29 Quando la Villa era campo di prigionia, conversazione con David Vannucci, maggiore dell’Esercito Italiano e studioso della storia piacentina, Claudio Oltremonti, Franco Sprega ed Edoardo Pivoni, esperti di storia locale, Andrea Dadomo e Davide Reverselli, tecnici di Geoinvest, Mirella Molinari, giornalista.

Il convegno ha ricostruito uno degli episodi più eclatanti della storia della Villa, trasformata in campo di concentramento per prigionieri di guerra, durante il Secondo conflitto mondiale. Testimonianze orali riferivano di un tentativo riuscito di evasione dal campo da parte di alcuni prigionieri che, scavando un cunicolo, guadagnarono la libertà, alla fine del mese di giugno 1943. Lo straordinario e poco noto episodio é stato presentato al pubblico, a partire dalle novità emerse dall’indagine condotta sul terreno della Villa, con sofisticate apparecchiature, dalla ditta Geoinvest che ha permesso di localizzare il tunnel scavato per la fuga.

Le Sculture di Paola Foppiani per rivivere la storia della Villa Alberoni di Veano

Reinterpretare attraverso la propria sensibilità e creatività momenti drammatici e momenti di spensieratezza di chi nel tempo ha vissuto a Villa Alberoni. Nasce così il gruppo di sculture che l’artista Paola Foppiani dedica a questo luogo singolare prendendo spunto da episodi, personaggi, racconti.

Le immagini del convegno dedicato alla fuga da Villa Alberoni quando era campo di prigionia e la visita guidata alla Villa e al parco
Mirella Molinari è una giornalista piacentina. Per 15 anni Direttore del Telegiornale di Teleducato Piacenza, è stata la prima donna...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *