[VIDEO]MISSIONE PIACENTINA IN AFRICA. ALLEGRA, 18 ANNI”SERVE AIUTO. PARTE RACCOLTA FONDI”

Allegra Villaggi racconta la sua esperienza in Etiopia, ad Addis Abeba presso la Missione delle Suore della Provvidenza per l’infanzia abbandonata. Un’esperienza condivisa con un gruppo di piacentini composto da tre ragazze e un’infermiera, Annalisa Sfulcini, Silvia Faravelli, Lucia Maserati, oltre ad alcune religiose e a Don Mimmo Pascariello, parroco di Alseno.

Una prima esperienza  di volontariato che le ha lasciato tanto e che è pronta a ripetere. Non solo. Allegra anche da qui vorrebbe contribuire a diffondere il messaggio di solidarietà per queste realtà, con una raccolta fondi che partirà nelle prossime settimane. “Ho visto persone che non hanno nulla, ma che hanno tanta fede…In questi posti serve tutto: dalle scuole al miglioramento delle condizioni igieniche, dall’accoglienza per i bambini senza famiglia all’assistenza sanitaria. Per aiutarli basta poco”

Un viaggio da cui si torna più ricchi e con la percezione esatta del mondo che ci circonda e dei tanti bisogni che anche da qui, con pochissimo, si possono colmare. “I bambini sono bellissimi, molti di loro non hanno più i genitori e sono accuditi dalle suore della congregazione piacentina”

“L’unica difficoltà che ho avuto è stata la mancanza della mia famiglia. Mi sono mancati anche gli amici, come è logico che sia. Ma sono contenta di aver vissuto questa opportunità”

CHI E’ ALLEGRA 19 anni il prossimo Ottobre, piacentina, maturità scientifica presso il Liceo Respighi, ha superato il test per entrare alla facoltà di Medicina. Solare, sveglia, determinata, ha confermato la prima impressione, già riferita nell’articolo in cui avevo annunciato la sua partenza. E’ pronta a rimboccarsi le maniche anche da qui e, insieme ad altri, a diventare motore di raccolta fondi a favore delle comunità che ha conosciuto in Africa

Mirella Molinari è una giornalista piacentina. Per 15 anni Direttore del Telegiornale di Teleducato Piacenza, è stata la prima donna...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *