UNA TARGA A RICORDO DI DON GIUSEPPE BOREA A GROPPARELLO

Sarà’ collocata sulla facciata del Municipio di Gropparello, l’8 Agosto alle 11.00, la targa dedicata a Don Giuseppe Borea. L’annuncio del sindaco, Claudio Ghittoni, é stato fatto nell’ambito della serata organizzata dalla Proloco e dal Gruppo Alpini di Groppovisdomo e dedicata proprio a Don Borea. Un evento emozionante, un racconto proposto nella Chiesa parrocchiale, con il benvenuto affidato a Don Giovanni Rocca, e realizzato attraverso le testimonianze dei “preti di montagna” impegnati durante la Resistenza nei territori dove il sacerdote piacentino svolse la sua opera di Cappellano Militare della 38* Brigata della Divisione Val d’ Arda. Un incontro molto partecipato, a conferma dell’amore della gente nei confronti di Don Giuseppe, ma soprattutto una presentazione ad hoc tracciata in base ai contenuti di alcuni documenti culturali e storici di grande valore: il libro “I CATTOLICI E IL CLERO NELLA LOTTA DI LIBERAZIONE NEL PIACENTINO” di Celestina Viciguerra, un progetto culturale di Stefano Pronti, il libro “O tutti o nessuno!” di Alberto Leoni, oltre naturalmente al libro “Giuseppe Borea. Quando L’ amore e’ più’ forte dell’odio”, scritto da Lucia Romiti (introduzione del Vescovo Gianni Ambrosio).

Al centro del progetto, ideato da Giuseppe Solari, le straordinarie figure dei “preti di montagna”, eroi mai dimenticati che illuminarono con il loro coraggio il sofferto periodo della Resistenza e che ancora oggi indicano una via etica di grande forza, a sostegno delle difficoltà e delle sofferenze del mondo contemporaneo.
Tra gli altri, é emerso con forza il messaggio di Mons. Giovanni Vincini, Vicario Episcopale della Val d’ Arda:
“Alla domanda di grazia risposero: vogliamo dare un esempio. E l’esempio venne ma di segno opposto: un esempio di coraggio, di passione per la libertà, di fedeltà alla sua missione di  sacerdote, di affidamento al Vangelo nella suprema partecipazione alla croce di Gesù Cristo, un’esemplarità che ancora parla a laici seminaristi e preti”.

Mirella Molinari è una giornalista piacentina. Per 15 anni Direttore del Telegiornale di Teleducato Piacenza, è stata la prima donna...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *