TUTTI A TEATRO PER GIACOMO ROVERO. STRAORDINARIO SPETTACOLO CON LE STELLE JUNIOR DELLA DANZA INTERNAZIONALE

Molto più di uno spettacolo di danza. L’apertura del cartellone del Teatro Municipale é stata una grande festa della partecipazione e un’iniezione di orgoglio e positività.

Il Gala di giovani stelle della danza Les Étoiles Junior, curato da Daniele Cipriani, ci ha conquistati con dieci giovani talenti della danza. Eccellenze del panorama internazionale, tra cui non poteva mancare il piacentino Giacomo Rovero. Un ritorno sul palcoscenico del teatro della sua città, per Giacomo, a distanza di quasi 10 anni, ma soprattutto per la prima volta in veste di professionista del London Royal Ballet. Grandi teatri, titoli e vetrine internazionali, tra cui quella di Forbes Europe che lo ha collocato tra i 30 under 30 europei più influenti nella categoria Art & Culture, non sembrano aver cambiato il suo tratto semplice e caratterizzato da grande disponibilità. Sul palcoscenico invece abbiamo trovato tutta l’eleganza e la classe di una vera stella della danza, una maturità professionale che lo rende, oggi, uno degli artisti più ammirati tra quelli emergenti. Con lui altri giovanissimi talenti che hanno strappato anche applausi a scena aperta.

Nicola Del Freo (Teatro alla Scala di Milano), Leticia Dias (The Royal Ballet di Londra), Daniele Di Donato (Teatro San Carlo di Napoli), Diana Ionescu (Stuttgart Ballett), Maria Celeste Losa (Teatro alla Scala di Milano), Gabriele Fornaciari (medaglia d’oro al VII Young Ballet of the world Yury Grigorovich Competition), Luisa Ieluzzi (Teatro San Carlo di Napoli), Matteo Miccini (Stuttgart Ballet), Daniel Rittoles (Badisches Staatstheater Karlsruhe, già Balletto Nazionale di Cuba), Mattia Semperboni (Teatro alla Scala di Milano). TUTTI BRAVISSIMI!!

Dal passo a due del balcone di Romeo e Giulietta di Kenneth Mac Millan, al pas de deux dal secondo atto de Il Corsaro firmato da Marius Petipa, con molteplici incursioni tra sonorità e coreografie contemporanee, il ricco parterre di astri nascenti ha regalato grandi emozioni e ci ha mostrato una fisicità sorprendente, al servizio di coreografie raffinate e sapientemente diverse tra loro. E se il commento artistico/tecnico lo lasciamo ad esperti di danza, non si può non sottolineare la grande energia che emerge da questo spettacolo. Una bella immagine di giovani impegnati in una disciplina difficile, ma anche di una città che per una volta ha risposto in modo appassionato ad un evento che ha regalato emozioni intense.

Non solo. Il livello dello spettacolo, ma soprattutto la presenza di Giacomo Rovero, ha riempito il teatro come raramente accade per la danza a Piacenza e ha portato al Municipale un pubblico giovane che magari non sempre varca le porte del teatro.

Per Giacomo, dietro le quinte, l’intervista di Laura Parmeggiani per Piacenza Diario e l’abbraccio di amici, ex compagni di scuola, ex insegnanti piacentine. In particolare Giuseppina Campolonghi dell’Accademia Domenichino da Piacenza, che ha avuto il merito di riconoscere il suo talento, forgiandolo al meglio fin dai primi passi.

E non poteva mancare la foto con un piccolo fan, allievo dell’Accademia piacentina frequentata da bambino da Giacomo, emozionato e felice per uno scatto che, glielo auguriamo, porterà fortuna anche a lui.

Mirella Molinari è una giornalista piacentina. Per 15 anni Direttore del Telegiornale di Teleducato Piacenza, è stata la prima donna...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *