Tagliaferri (Fdl) Progetto di Legge per il Garante dei diritti degli animali

Questa mattina è stato presentato presso la sede del Gruppo di Fratelli d’Italia in regione Emilia-Romagna il Progetto di Legge sulla nomina del ‘Garante dei diritti degli animali’. Con il presidente del Gruppo Giancarlo Tagliaferri, che ha illustrato il documento, ha presenziato Nicole Berlusconi, presidente dell’associazione Progetto Islander, nonché nipote del noto leader politico.

Nel merito il consigliere di Giorgia Meloni ha dichiarato: «’La civiltà di un popolo si misura dal modo in cui tratta gli animali’ (Mahatma Ghandi). Questa affermazione riflette pienamente lo spirito che anima questo progetto di legge. La figura del Garante per i diritti degli animali è già stata inserita in diverse amministrazioni pubbliche, comuni e regioni, come Roma o la Regione Piemonte solo per citarne alcuni. Mira ad assicurare anche agli animali quella figura di garanzia che li tuteli concretamente e quotidianamente in quei diritti che già sono loro riconosciuti dalla nostra legislazione, ma che spesso vengono trascurati proprio per la mancanza di una professionalità di competenza specifica che se ne occupi, anche prestando ascolto alle tante denunce dei cittadini sui casi di maltrattamento sia verso gli animali da affezione che per gli allevati a scopo alimentare o tutti gli altri casi in cui siano impiegati».

 

Nicole Berlusconi, diretta poi a Ferrara per il caso dei cavalli abbandonati a se stessi in località Valle Lepri, tra i Comuni di Ostellato e Comacchio appunto in provincia di Ferrara – ora oggetto di indagine della magistratura per la morte di alcuni esemplari – ha sottolineato come proprio un caso simile evidenzi l’importanza di una figura istituzionale come quella del Garante che, raccogliendo le segnalazioni dei cittadini, avrebbe potuto evitare la lenta agonia per alcuni dei poveri animali.

Mirella Molinari è una giornalista piacentina. Per 15 anni Direttore del Telegiornale di Teleducato Piacenza, è stata la prima donna...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *