DELLE CHIAIE A PIACENZA. CONDANNA DELLA SINISTRA. IL SINDACO “ATTACCHI STRUMENTALI E FUORI LUOGO”

Ha scatenato non poche polemiche l’iniziativa che prevede, per il 22 marzo, presso la Casa delle Associazioni, la presenza a Piacenza dell’esponente della destra radicale Stefano Delle Chiaie, invitato dal Circolo Bombacci. Pubblichiamo le note stampa che ci sono pervenute, a partire dall’ultima, ovvero la risposta del Sindaco Patrizia Barbieri  

“Trovo vergognosamente strumentale e fuori luogo l’attacco che diversi esponenti delle varie sinistre, oltretutto ex amministratori di questo comune di cui quindi dovrebbero ben conoscere i regolamenti, rivolgono alla mia persona e all’amministrazione che rappresento in merito alla presentazione del libro di Delle Chiaie. Voglio che sia chiaro a tutti – anche a chi evidentemente accecato dalla propaganda finge di non saperlo – che la richiesta di utilizzo della sala di Via Musso è stata avanzata da un circolo culturale piacentino direttamente al gestore della struttura, l’Auser, il quale, applicando correttamente un regolamento e dei criteri d’uso non fa altro che concedere alla stessa associazione l’utilizzo di uno spazio pubblico, che paga e di cui è responsabile. E’ una richiesta che non è soggetta ad approvazione o autorizzazione da parte dell’Amministrazione, come ben sanno – e fingono di non sapere – gli ex assessori del Comune di Piacenza che oggi si abbandonano ad accuse tanto misere quanto meschine”.

“Se l’obiettivo di questi improvvidi detrattori del Comune di Piacenza era quello di fare pubblicità a un autore e a un libro che essi stessi contestano, sappiano che sono pienamente riusciti nell’intento. Tanto che, visto il clamore che la vicenda sta creando, rimetterò al Comitato provinciale per la Sicurezza la tematica, perché si valutino eventuali questioni di ordine pubblico. Se, invece, lo scopo di questi attacchi, come pare peraltro emergere dai comunicati diffusi, è quello di manifestare il non gradimento alla presenza del Sindaco alle manifestazioni del 25 aprile, non rimane agli stessi autori che comunicarmelo, senza trovare scuse strumentali e infondate”.

“Per buona pace degli esponenti della sinistra, infine, non essendo il libro in questione tra le mie letture di riferimento, qualora si tenesse l’iniziativa non sarò sicuramente presente”.

COMUNICATO STAMPA CGIL PIACENZA

Delle Chiaie a Piacenza, Cgil: “La città medaglia d’oro della Resistenza non merita quest’onta”

PIACENZA – “La Città di Piacenza non può macchiarsi di un’onta del genere. Una città medaglia d’oro per la Resistenza non può far fare “passerella” a una persona che ha infangato a sufficienza i valori alla base della nostra convivenza civile, a partire dalla Costituzione antifascista. La chiamata del fondatore di Avanguardia Nazionale rappresenta un salto di qualità, ovviamente in negativo, del clima che si respira nel paese. E a poche settimane dalla Festa della Liberazione si rischia di incendiare il clima attorno a una manifestazione unificante” così, in una nota, la Cgil di Piacenza per bocca del segretario generale Gianluca Zilocchi interviene sulla presentazione del libro, edito nel 2012, “L’aquila e il condor” di Stefano Delle Chiaie, la cui presentazione, con una tempistica che lascia sbalorditi, è prevista venerdì alla Casa delle Associazioni.

E proprio il luogo in cui si svolgerà l’iniziativa spinge la Cgil a sottolineare come “in questa occasione – si legge nella nota – possiamo vedere emergere il tema della concessione degli spazi pubblici ad associazioni di stampo antidemocratico o fascistoide, per questo chiediamo al sindaco, Patrizia Barbieri, di prendere le distanze da un’iniziativa che appare come uno sfregio rispetto al luogo che dovrebbe ospitarla. Un luogo che rappresenta e rappresenterà quelle lotte operai rappresentate dagli operai della Ex Arbos che nell’antifascismo trovavano vigore e spinta ideale”

Mirella Molinari è una giornalista piacentina. Per 15 anni Direttore del Telegiornale di Teleducato Piacenza, è stata la prima donna...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *