NICOLINI, LA MUSICA NON SI FERMA. ANCHE MANUELA MOSCA TRA I GIOVANI CONCERTISTI IN STREAMING

Manuela Mosca, 15 anni, é una delle protagoniste dei video proposti sui social dal Conservatorio Nicolini. Una bella iniziativa per dire che la musica non si ferma e che il Conservatorio piacentino continua ad essere un motore importante per la cultura del territorio.

LA MUSICA NON SI FERMA Ne parliamo con il Direttore Walter Casali che conferma ” I video proposti a Dicembre come strenna natalizia per le scuole primarie e per la città, sono stati spezzettati e riproposti valorizzando i singoli interpreti e le singole esecuzioni. Un modo per dare continuità al nostro impegno nei concerti, che probabilmente proseguirà in streaming anche nelle prossime settimane. Abbiamo una struttura organizzativa che ci consente di farlo in registrazione o in diretta in modo professionale e pensiamo che sia un contributo significativo a cui non rinunciare”

CONSERVATORIO AL TEMPO DEL COVID Lezioni pratiche in presenza al 50% già da novembre, anticipando il trend nazionale, aule rivoluzionate per consentire anche lo studio degli alunni e, pur con il limiti dettati dalla pandemia, almeno un paio di grandi successi per il Conservatorio piacentino: la prima edizione del Festival Piacenza Musica del settembre scorso e la pubblicazione dedicata ai 180 anni del Conservatorio Nicolini, entrambe con ottimi riscontri. E i riscontri arrivano anche dai ragazzi come Manuela Mosca, che credono nella musica e non si scoraggiano nemmeno in tempo di Covid “Brava e seria- ci conferma il Direttore Casali- promette molto bene!”

CHI E’ MANUELA MOSCA Iscritta al primo triennio di violino nella classe del maestro Antonio De Lorenzi, Manuela frequenta anche il Liceo Scientifico a curvatura musicale al Respighi di Piacenza e suona nella Monferrato Classic Orchestra con cui sta preparando un programma di concerti da proporre in streaming. Scelta dal suo insegnante per realizzare il video in cui esegue un brano di J.S. Bach, sempre nel periodo natalizio, ha fatto parte anche dell’Ensemble Barocco proposto in esecuzione tra le iniziative del Conservatorio in streaming “Un’esperienza molto interessante- ci racconta Manuela- che mi ha dato modo di suonare in una compagine prestigiosa e soprattutto di avvicinarmi ad un repertorio affascinante, scoprendo anche lo stile originale legato a strumenti antichi e al loro utilizzo.” E interessante é stata anche la partecipazione al Festival Piacenza Musica suonando nell’Orchestra Filarmonica del Conservatorio diretta dal maestro Danilo Rossi, prima viola dell’Orchestra della Scala di Milano”Onorata di suonare nell’orchestra composta dalla maggior parte dei professori del Conservatorio e diretta da un grande musicista come Rossi”

TANTO STUDIO Un grande sacrificio, quello di frequentare il Conservatorio, con almeno 4 ore di studio del violino ogni giorno “Frequentare due scuole é impegnativo- racconta Manuela- anche se la curvatura musicale del Liceo permette di conciliare meglio i due percorsi. Dopo l’esercizio con il violino restano tutti i compiti” Lezioni scuola e in Conservatorio, compiti, esercizio con il violino a casa, di tempo, per fare altro, non ne resta. Però non mancano le soddisfazioni. Oltre a quelle già elencate, anche un premio al Concorso per giovani musicisti Alberghini insieme al pianista Antonio Alessandri. E poi c’é il piacere di esibirsi “Non ho alcuna paura ad esibirmi difronte al pubblico, provo solo emozioni positive. Ogni occasione per suonare, per me, é un grande regalo”

Mirella Molinari è una giornalista piacentina. Per 15 anni Direttore del Telegiornale di Teleducato Piacenza, è stata la prima donna...

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *