Galleria Alberoni. Visita guidata speciale ed evento dedicato al tempo

Due interessanti appuntamenti sono in programma alla Galleria nei prossimi giorni.

Domenica 30 dicembre 2018 alle ore 16 si terrà la visita guidata speciale dedicata al tempo del Natale: un vero e proprio viaggio attraverso i capolavori delle collezioni artistiche alberoniane alla scoperta delle narrazioni natalizie: natività, sacre famiglie, Madonne con il bambino e maternità anche profane. Estremamente ricco il percorso artistico proposto per l’occasione che permetterà la visione dei capolavori fiamminghi raffiguranti Madonne con bambino di Jan Provost (Mons 1462 – Bruges 1529), Maitre au Perroquet (Fiandre, primo quarto del XVI sec.), scuola di Joos Van Cleve (Fiandre, secondo quarto del XVI sec.), quella raffinata e delicata di Vincenzo degli Azani, detto da Pavia (documentato dal 1519 al 1557), la straordinaria Sacra famiglia del giovane Luca Signorelli, quelle preziose di scuola raffaellesca, la scultura raffigurante anch’essa Madonne con bambino realizzata in argento da un orafo napoletano del Settecento, per giungere a delicate annunciazioni, natività, scene della fuga in Egitto in opere di Sei, Sette e Ottocento, non visibili negli itinerari ordinari.

 

L’ingresso è ridotto, €. 4,50

MARTEDI’ 1 GENNAIO 2019

Apertura straordinaria della Galleria Alberoni, martedì 1 gennaio 2019 con un originale programma interamente dedicato al tema del tempo, a poche ore dai festeggiamenti e dal conto alla rovescia che avrà sancito la fine dell’anno vecchio e l’inizio del nuovo.

Il tradizionale appuntamento alberoniano dedicato al tempo, nel primo giorno dell’anno, assume quest’anno una fisionomia differente.

Il pomeriggio prevede due momenti: una visita guidata speciale e un concerto.

Alle ore 16 avrà inizio un itinerario guidato intitolato Il tempo dei libri, il tempo dell’arte, la misura del tempo che condurrà alla scoperta di un capolavoro dipinto e di un capolavoro di carta delle collezioni alberoniane, per ogni secolo.

Un percorso guidato che permetterà di attraversare i secoli dal Quattrocento al Novecento attraverso la storia dell’arte e del libro.

Il percorso svelerà, per il XV secolo, la straordinaria Sacra Famiglia con S. Giovannino opera di un giovane Luca Signorelli (Cortona 1445 ca- 1523), per il XVI secolo la Visione di S. Giovanni a Patmos, (circa 1510/1555), piccola tavola dipinta da Henri Met de Bles detto il Civetta, per il XVII secolo il suggestivo dipinto di Angelo Caroselli (1585-1652) raffigurante la Giovinezza e Vecchiaia

 mentre per il XVIII secolo sarà presentata la tela raffigurante Vecchia contadina con il gozzo che danza al suono delle nacchere, realizzata da un anonimo lombardo; per il XIX secolo sarà presentato il ritratto di Padre Filippo Giriodi, forse dipinto dal prestigioso pennello di Francesco Hayez (1791-1882); il Novecento sarà rappresentato dal suggestivo dipinto di Angiolo D’Andrea (1880-1942) raffigurante Ombre e nubi a Varsi di Parma.

 

Il viaggio nel tempo attraverso i libri mostrerà, per il XV secolo il Liber in iudiciis astrorum, prezioso incunabolo stampato a Venezia nel 1485, per il secolo XVI il Gnomonices libri octo, di Christophorus Clavius, stampato a Roma nel 1581, per il XVII secolo sarà invece mostrato il volume De annis climatericis et antiqua astrologia diatribae, stampato a Leida nel 1648, opera dell’erudito Claudio Salmasio.

Il Settecento non poteva che essere esemplificato dal libro emblematico del secolo, l’Encylopédie ou Dictionnaire raisoné des sciences, des arts et des metiers, di cui la Biblioteca del Collegio possiede l’edizione livornese del 1770; sarà esposto il volume relativo all’Horlogerie.

Il percorso sarà completato dalla visione di significativi volumi dell’Otto e del Novecento.

La visita guidata speciale presenterà inoltre la collezione alberoniana di strumenti di misurazione del tempo acquisiti, commissionati, costruiti e oggi custoditi al Collegio Alberoni: antichi ingranaggi, orologi, antiche pendole, strumenti astronomici dedicati alla determinazione dell’ora esatta, meridiane.

Un percorso attraverso il tempo e la storia della cultura assolutamente da non perdere nel primo giorno del nuovo anno

La visita guidata permetterà comunque di vedere le opere principali e più importanti delle collezioni storiche, artistiche e scientifiche alberoniane (la strepitosa collezione di arazzi, la pinacoteca alberoniana, la tavola Ecce Homo e i dipinti più preziosi e antichi, la biblioteca monumentale, etc).

 

Alle ore 18, nella Sala degli Arazzi, si terrà un concerto-conversazione a cura della pianista Elena Gobbi e dell’Accademia della Musica che declinerà in musica il tema del tempo.

Elena Gobbi presenterà i tempi della musica, più propriamente l’andamento, eseguendo brani aventi le seguenti caratteristiche: grave, largo, larghetto, lento, adagio, andante, allegretto, vivace, prestissimo

 

Mirella Molinari è una giornalista piacentina. Per 15 anni Direttore del Telegiornale di Teleducato Piacenza, è stata la prima donna...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *