Liceo Scientifico Musicale al Respighi dal prossimo anno

Un percorso formativo realizzato in stretta collaborazione con il Conservatorio Nicolini e che verrà presentato ufficialmente in conferenza stampa nei prossimi giorni. Un percorso che colma, in parte, la lacuna esistente tra la scuola Media e il Conservatorio, per chi desidera approfondire lo studio della musica.

 

DESTINATARI Studenti iscritti a partire dall’a.s. 2019/20 al Liceo scientifico Respighi e al Conservatorio G. Nicolini

IL PROGETTO A partire dall’a.s. 2019/20 si prevede di attivare una classe di Liceo Scientifico Musicale in autonomia per un massimo di 28 studenti. Gli studenti frequentanti la classe, qualora non ancora iscritti al Conservatorio, dovranno aver superato la specifica prova di ammissione per l’accertamento delle competenze musicali predisposta ed effettuata dallo stesso Conservatorio. Nel caso le domande di iscrizione fossero di numero superiore, verrà stilata una graduatoria sulla base dei meriti scolastici (media dei voti riportati nel primo quadrimestre della classe terza della scuola secondaria di primo grado frequentata). Qualora il numero degli studenti che abbiano presentato domanda di iscrizione al Liceo ad indirizzo musicale risultasse tale da non consentire, secondo la normativa vigente, la formazione di una classe, le famiglie degli studenti verranno tempestivamente avvertite, per consentire un immediato riorientamento.

FLESSIBILITÀ ORGANIZZATIVA E DIDATTICA – IL TEMPO SCUOLA Si farà ampio ricorso alla flessibilità organizzativa e didattica sarà impiegato per favorire gli impegni riguardanti gli studi musicali. Le attività obbligatorie da svolgersi al liceo saranno concentrate in cinque mattine settimanali dalle ore 08.00 alle ore 12.40 per il biennio e dalle ore 08.00 alle ore 13.30 per il triennio. Ulteriori cinque unità orarie settimanali saranno dedicate alle discipline musicali e potranno svolgersi sia al liceo sia in Conservatorio. I contenuti delle varie discipline saranno enucleati annualmente in 4 moduli didattici di 8 settimane circa ciascuno, a cui seguirà una settimana di sospensione delle attività per il recupero o il potenziamento. Durante queste 4 settimane l’orario da svolgersi a scuola o al Conservatorio potrà essere modulato a seconda delle esigenze individuali. I docenti effettueranno osservazioni in itinere per regolare la progressione degli apprendimenti stimolando la partecipazione attiva degli studenti anche mediante l’assegnazione di compiti individuali o di gruppo per la produzione di materiali di approfondimento, rielaborazioni, sintesi, soluzione di problemi, relazioni orali che andranno a costituire la documentazione per la valutazione sommativa. Tutte le attività di recupero, con l’eventuale accertamento di superamento di eventuali debiti formativi, si svolgeranno entro il mese di giugno.

 

Mirella Molinari è una giornalista piacentina. Per 15 anni Direttore del Telegiornale di Teleducato Piacenza, è stata la prima donna...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *