30 ANNI DALLA CADUTA DEL MURO DI BERLINO. PIACENZA CELEBRA PER LA PRIMA VOLTA IL GIORNO DELLA LIBERTA’

Per la prima volta Piacenza celebra ufficialmente il 9 novembre come “Giorno della Libertà”. Si terrà infatti domani, sabato 9 novembre alle 15.30, presso il Sacrario dei Caduti di tutte le guerre in piazzetta Mercanti, la commemorazione ufficiale dell’abbattimento del Muro di Berlino, nel trentesimo anniversario dell’evento. Dopo la benedizione e deposizione delle corone d’alloro in onore dei Caduti, ad aprire la cerimonia, promossa nell’ambito del Giorno della Libertà, sarà una rievocazione dei fatti storici a cura del professor Maurizio Dossena, seguita dagli interventi dell’assessore alla Cultura, Jonathan Papamarenghi, del generale Raffaele Campus, presidente della sezione piacentina dell’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci, di cui ricorre e si celebra il centenario, e del vice prefetto Leonardo Bianco. Durante la cerimonia verrà conferito un riconoscimento ufficiale a Pietro Amani, internato nel campo di Karaganda in Kazakistan, ultimo dei militari piacentini sopravvissuti all’orrore dei gulag sovietici.

“A trenta anni dallo storico crollo del Muro di Berlino – sottolinea l’assessore Jonathan Papamarenghi –, simbolo della divisione del mondo fra Est e Ovest, tra il totalitarismo sovietico e le democrazie occidentali, l’Amministrazione ha organizzato un importante ciclo di eventi e iniziative di approfondimento per ricordare e far conoscere, soprattutto alle giovani generazioni, aspetti della nostra storia recente meno noti e meno studiati. Sarà anche l’occasione in cui rendere il riconoscimento ufficiale a un piacentino, Pietro Amani, la cui drammatica esperienza in un gulag è viva testimonianza per tutti, cittadini e istituzioni, della necessità di non dimenticare e di non abbassare la guardia nell’azione di contrasto ad ogni forma di oppressione e totalitarismo”.

A conclusione della celebrazione in piazzetta Mercanti, alle 17 avrà inizio, nel salone monumentale della biblioteca Passerini Landi, la presentazione del libro di Paul Dowswell “Il ragazzo di Berlino” (Feltrinelli Kids, 2012). L’autore inglese, che interverrà nell’occasione, ha ambientato il proprio romanzo – premiato con l’Historical Association Young Quills Award – a Berlino Est, nel periodo della Guerra Fredda. Lo stesso scrittore incontrerà inoltre 300 studenti degli istituti superiori lunedì 11 novembre, dalle 9 alle 12.30, presso la Cappella Ducale di Palazzo Farnese.

Inoltre, martedì 12, alle 21, in collaborazione con l’associazione culturale Cinemaniaci, la sala Ritz del Politeama ospiterà la proiezione del film “Die Mauer” (“Il Muro”), di Jurgen Bottcher, con ingresso gratuito. Mentre venerdì 15, sempre con entrata libera e aperta a tutti, alle 18 il salone monumentale della Passerini Landi sarà lo scenario del reading teatrale in memoria degli internati militari, intitolato “Radio Tricolore: voci del silenzio” in collaborazione dell’Associazione teatrale culturale “La maschera di cristallo”, presentato dal giornalista Lodovico Lalatta.

Mirella Molinari è una giornalista piacentina. Per 15 anni Direttore del Telegiornale di Teleducato Piacenza, è stata la prima donna...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *