“NOTTE DELLE LANTERNE” SERATA DI MEDITAZIONE BUDDISTA A PALAZZO FARNESE

Sabato 5 ottobre dalle 19 alle 23 a Palazzo Farnese, la manifestazione a ingresso libero promossa dall’Unione Buddhista Italiana in collaborazione con l’Amministrazione comunale, il Piacenza Wildlife Rescue Center, Legambiente e l’Emporio Solidale di Piacenza.

Una manifestazione presentata in conferenza stampa dai promotori e dalle istituzioni che la sostengono: erano presenti l’assessore alla Cultura Jonathan Papamarenghi, per l’Unione Buddhista Italiana la signora Maria Grazia Soldati, Liliana Grandini in rappresentanza del Piacenza Wildlife Rescue Center e Giuseppe Castelnuovo di Legambiente.

L’assessore Papamarenghi ha sottolineato “l’importanza dell`evento, quale momento di riflessione e di approfondimento per i partecipanti degli insegnamenti e della pratica del buddismo tibetano. Il Comune di Piacenza ha subito accolto la proposta formulata dall’Unione Buddhista Italiana e garantito la sua collaborazione, concretizzatasi nell’attività di comunicazione istituzionale e nell`utilizzo a titolo gratuito del cortile di Palazzo Farnese”.

Maria Grazia Soldati ha illustrato nel dettaglio il programma della serata: “L’iniziativa consiste in una serata di meditazione buddista e di accesso alla spiritualità tibetana, con l`accensione di piccole lanterne che costituiranno una grande “Ohm”. E’ previsto un commento musicale realizzato con strumenti etnici suonati dal musicista piacentino Angelo Contini”.

Liliana Grandini ha descritto il profilo e l’oggetto dell’attività del Piacenza Wildlife Rescue Center, associazione di volontariato che si occupa del recupero, cura e reimmissione nel territorio della fauna selvatica, mentre Giuseppe Castelnuovo ha ricordato che Legambiente è da sempre attenta al tema della pace, quella tra le nazioni e le persone, nonché quella nei confronti della Terra che ci ospita.

Mirella Molinari è una giornalista piacentina. Per 15 anni Direttore del Telegiornale di Teleducato Piacenza, è stata la prima donna...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *