GIORNATA MONDIALE DELL’INFANZIA ANCHE A PIACENZA. LABORATORIO ARTISTICO E CONCERTO

Trent’anni di Convenzione Onu per i Diritti dell’Infanzia e Adolescenza, in Municipio gli alunni del Terzo Circolo

Celebrazione dei trent’anni della Convenzione Onu per i Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, in aula consiliare, alla presenza del presidente del Consiglio comunale Davide Garilli, degli assessori Federica Sgorbati e Jonathan Papamarenghi, che hanno accolto gli alunni della 4° classe della primaria Taverna, della 4°A della primaria Giordani e, in rappresentanza della De Gasperi 4°B, Greta Araldi e Sebastiano Merli.

I bambini sono coinvolti nel progetto di potenziamento dell’educazione al patrimonio culturale, artistico e paesaggistico con cui il Terzo Circolo didattico – coinvolgendo anche le primarie De Gasperi e Sant’Antonio – ha aderito a un bando ministeriale PON, ottenendo i relativi finanziamenti del Fondo sociale europeo.

L’intento è quello di valorizzare, attraverso il lavoro svolto dalle scuole, i princìpi di libera espressione creativa sanciti dall’articolo 13 della Convenzione Onu nonché, più in generale, il diritto delle giovani generazioni a una qualità di vita che necessariamente si fonda sulla sostenibilità e sull’istruzione.

In particolare, gli scolari delle primarie Taverna e S.Antonio sono impegnati nel laboratorio artistico “Tutti i colori di Piacenza”, per decorare e abbellire, con l’uso di diverse tecniche, il muro esterno antistante gli uffici comunali di viale Beverora. La primaria De Gasperi ha realizzato un video che documenta il percorso di “adozione” della basilica di S.Antonino mentre gli alunni della scuola Giordani, nel modulo “Piacenza a naso in su”, hanno approfondito la conoscenza dei monumenti cittadini, visitando il centro storico e analizzando la mappa della città, per poi riprodurre graficamente le porzioni di territorio urbano di cui sono andati alla scoperta.

Mirella Molinari è una giornalista piacentina. Per 15 anni Direttore del Telegiornale di Teleducato Piacenza, è stata la prima donna...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *