ECCE HOMO AL CENTRO DI UNA STRAORDINARIA INDAGINE SCIENTIFICA. IL CONVEGNO ALLA GALLERIA ALBERONI

Si terrà alla Galleria Alberoni giovedì 28 novembre 2019 e presenterà le novità emerse e i risultati del programma di sofisticate indagini non invasive eseguite sul capolavoro di Antonello da Messina custodito al Collegio Alberoni, nell’ambito di E-RIHS (European Research Infrastructure for Heritage Science). Una straordinaria indagine scientifica che ha permesso di acquisire nuovi dati e conoscenze relative alla perla della collezione artistica alberoniana.L’Opera Pia Alberoni di Piacenza e la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province di Parma e Piacenza organizzano una Giornata di studi dedicata all’Ecco Homo di Antonello da Messina, la straordinaria tavola quattrocentesca conservata al Collegio Alberoni e di proprietà della già citata Opera Pia Alberoni.

Alla Giornata di Studi, in calendario giovedì 28 novembre, intervengono ricercatori e docenti universitari, specialisti di Antonello da Messina.

L’Ecce Homo di Antonello da Messina del Collegio Alberoni di Piacenza è custodito dal 2002 in una teca fissa, non stagna e micro-climatizzata, a causa delle sue precarie condizioni di conservazione. L’opera è stata oggetto di un intervento demolitivo agli inizi del Novecento, che l’ha privata della cornice originale, assottigliata nel supporto, bagnata e pressata. La pellicola pittorica, che si era polimerizzata seguendo nel tempo la curvatura progressiva del legno e quindi aumentando in larghezza, è stata ricondotta forzatamente alla più stretta dimensione planare iniziale. In conseguenza a ciò, la superficie pittorica presenta oggi sia accavallamenti ormai stabili, sia zone di collasso coincidenti con le gallerie scavate dagli insetti xilofagi al di sotto della preparazione. La tavola, infine, ha una parchettatura i cui regoli non sono più scorrevoli. Il conservatore/restauratore, oltre alla conoscenza del manufatto e alle capacità di analisi, deve però poter disporre di supporti oggettivi di valutazione e di misurazione. A tal fine è stato presentato un progetto nell’ambito della call 2017 di E-RIHS.it (http://www.e-rihs.it/), che ha permesso di attivare i laboratori mobili di CNR e INFN-CHNet su una serie di indagini diagnostiche non invasive in ambiente controllato.(http://vcg.isti.cnr.it/activities/eccehomo/)

Dopo i saluti istituzionali del Presidente dell’Opera Pia Alberoni, Giorgio Braghieri, hanno inizio i lavori articolati in due sessioni nella mattinata dedicate rispettivamente alla presentazione del progetto e a “contributi, riflessioni, chiavi di lettura”, cui seguiranno due sessioni pomeridiane con “approfondimenti sulle analisi e sessione poster”, “comparazioni sui Antonello da Messina” e il dibattito finale.

La Giornata di Studi è accreditata dall’Ordine degli Architetti PPC della provincia di Piacenza (8CFP)

Mirella Molinari è una giornalista piacentina. Per 15 anni Direttore del Telegiornale di Teleducato Piacenza, è stata la prima donna...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *