CIOCCOLANDIA DA RECORD A CASTELSANGIOVANNI PER LA SEDICESIMA EDIZIONE

Cioccolandia numero 16 passa agli archivi con un altro grande successo per Castel San Giovanni. “Siamo stati fortunati – ha dichiarato Sergio Bertaccini, presidente della Pro Loco – il tempo è stato dalla nostra parte e nonostante la pioggia caduta nella notte, il sole ci ha accompagnati e tantissime persone sono venute per divertirsi a Cioccolandia”.

Il pensiero degli organizzatori è comunque andato inevitabilmente alla concittadina scomparsa in un incidente il giorno precedente. “E’ stata una tragedia e un velo di tristezza ci ha accompagnati per tutto il tempo, ma abbiamo deciso di proseguire nel rispetto degli impegni presi con le persone e con tutti quanti hanno lavorato nell’organizzazione”.

Dello stesso avviso anche il primo cittadino Lucia Fontana: “Abbiamo riflettuto a lungo ma alla fine abbiamo deciso di essere presenti, anche per ringraziare i volontari che organizzano da tanti anni questa fantastica manifestazione. Ovviamente quest’anno è differente, non possiamo nascondere la nostra tristezza. Ci impegneremo ancora più a fondo nella battaglia per la sicurezza di chi lavora”.

Dopo il taglio del salame, momento tradizionale per l’inaugurazione dell’evento, i volontari della Pro Loco hanno iniziato a distribuire i dolci che hanno reso famosa la manifestazione e che richiamano golosi da tantissime aree del nord Italia. Ancora una volta Castel San Giovanni è stata presa d’assalto. Torta Rita, salame di cioccolato, piramide di cremino, montagna di profiteroles e monte Bianco sono stati distribuiti fino all’ultima porzione. Per dare un senso della grandezza, ecco qualche numero degli ingredienti utilizzati: 200 chilogrammi di biscotti, 250 kg di burro, 200 kg di zucchero, 200 kg di uova pastorizzate, 150 kg di cioccolato fondente, 100 kg di cacao amaro e 180 kg di panna.

Ma Cioccolandia, organizzata dalla Pro Loco di Castel San Giovanni e dal Comitato Vita nel Centro Storico, è tanto altro ancora: c’erano infatti gli stand delle associazioni di volontariato, artisti di strada, bancarelle, i tre maestri cioccolatieri (Il Gelatiere, Mera e Bardini) e tantissimi pasticceri in arrivo da varie città.

Quest’anno, poi, a dar man forte, agli organizzatori anche un piccolo esercito di giovani: gli studenti della scuola Romagnosi di Piacenza che hanno offerto il proprio contributo nella preparazione e distribuzione dei dolci.

Infine, è stata assegnato il premio Vetrina Regina al negozio Il Gufo Blu, per aver saputo interpretare al meglio il tema del concorso del 2019, ovvero il gemellaggio tra Cioccolandia e il Picchio Ros

Mirella Molinari è una giornalista piacentina. Per 15 anni Direttore del Telegiornale di Teleducato Piacenza, è stata la prima donna...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *